rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Una spiaggia libera per tutti, ecco il progetto di Rimini per favorire un turismo sempre più accessibile

Tra le azioni acquisto di carrozzine da mare per disabili e ausili per la spiaggia, attività ludiche e laboratori, siti multilingua accessibili con informazioni sul turismo inclusivo, strutture ricettive attrezzate

Potenziamento delle spiagge libere con attrezzature, pedane, docce, segnaletica, servizi senza barriere. Acquisto di carrozzine da mare per disabili e ausili per la spiaggia, attività ludiche e laboratori, siti multilingua accessibili con informazioni sul turismo inclusivo, strutture ricettive attrezzate, potenziamento dei servizi di mobilità accessibile. Sono queste alcune delle azioni che rientrano nel progetto “Rimini Spiaggia Libera Tutti” presentato dal Comune di Rimini e ammesso a finanziamento nell’ambito del progetto regionale “In Emilia-Romagna c’è una vacanza per me”, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei ministri - Ufficio disabilità.

La proposta avanzata dal Comune di Rimini è rientrata fra i nove progetti regionali che hanno ottenuto risorse per favorire un turismo sempre più accessibile in Riviera e Rimini è già al lavoro. Un lavoro di squadra nell’ambito del tavolo di co-progettazione che il Comune di Rimini ha istituito con le associazioni del terzo settore sul tema della accessibilità e dell'inclusione delle persone con disabilità.

Il progetto prevede un lavoro su due fronti. Da una parte verranno messe in campo azioni di formazione e informazione mirate alla sistematizzazione delle informazioni sull’offerta turistica, alla formazione del personale ricettivo, alla promozione del percorso e delle proposte e ai tirocini formativi per i giovani nei servizi turistici. Dall’altra parte si lavorerà per abbattere le barriere e le difficoltà d’accesso ai servizi nei confronti di tutti i city user con l’obiettivo di mettere a sistema, potenziare e innovare servizi, strumenti e skills già esistenti e di crearne altri sul territorio al fine di trasformare la destinazione turistica da destinazione che offre servizi per l’inclusione a destinazione inclusiva.

“Da anni a Rimini si sperimentano e si affinano buone pratiche e progetti pilota per un turismo sempre più inclusivo – commentano l’assessora alla mobilità e demanio, Roberta Frisoni e l’assessore alla protezione sociale Kristian Gianfreda - con particolare attenzione al comparto balneare. La notizia di questo finanziamento da parte della Regione simboleggia in maniera concreta ed evidente uno stimolo a proseguire il lavoro verso una città aperta e accessibile, in una interazione tra pubblico, privato e associazionismo che rappresenta una sfida per tutti coloro che fanno dell’inclusione uno dei plus del proprio essere destinazione turistica. In questo senso si ricorda che migliorare l’offerta turistica del territorio destinata a soddisfare le necessità di tutti i turisti e a rafforzare l’accoglienza per i turisti con disabilità è anche uno degli obiettivi del nuovo Piano Spiaggia a cui stiamo lavorando, un ulteriore passo avanti verso una Rimini sempre più inclusiva”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una spiaggia libera per tutti, ecco il progetto di Rimini per favorire un turismo sempre più accessibile

RiminiToday è in caricamento