Stupri, vasta battuta notturna nei luoghi abbandonati a caccia del branco

I controlli della notte tutte attività si stanno svolgendo a latere dell’attività di indagine condotta dalla Squadra Mobile e personale dello SCO e relativa agli stupri di sabato

Proseguono, da parte della Polizia di Stato, i controlli  finalizzati a prevenire e a contrastare fenomeni di degrado urbano, a verificare l’osservanza da parte di cittadini stranieri del rispetto della vigente normativa inerente l’ingresso e la permanenza sul territorio nazionale, i reati contro la persona ed il patrimonio, nonché lo spaccio di sostanze stupefacenti.  E’ infatti durata tutta la notte, l’attività del personale delle Volanti e dei Reparti prevenzione Crimine, con l’ausilio degli equipaggi dei cinofili della Polizia di Stato, che hanno battuto l’arenile nel tratto compreso tra il bagno 106 e il bagno 140.

Gli agenti hanno condotto presso gli Uffici della Questura 7 stranieri, tutti irregolari sul territorio: su uno di quelli pendeva un provvedimento di rintraccio immediatamente notificatogli. Per gli stranieri sono immediatamente stati adottati i provvedimenti di espulsione. Alle prime luci dell’alba invece, l’attività dei poliziotti si è concentrata presso lo stabile della “nuova Questura” di via Ugo Bassi, stabile in avanzato stato di degrado, dove - come nelle ex colonie site tra i comuni di Rimini e Riccione - trovano occasionalmente  rifugio sbandati e senza tetto. Sono infatti 10 le persone ritrovate in quello stabile: si tratta di due italiani, con pregiudizi di polizia, e 8 stranieri, tutti irregolari sul territorio nazionale, posti a disposizione del locale Ufficio immigrazione che ha già predisposto i relativi provvedimenti di espulsione dal territorio nazionale. Resta al vaglio degli agenti la posizione di due stranieri trovati in possesso di due cellulari rubati.

I controlli di questa notte tutte attività che si stanno svolgendo a latere dell’attività di indagine condotta dalla Squadra Mobile e personale dello SCO e relativa agli stupri di sabato. "Si tratta infatti di attività finalizzate anche all’identificazione dei responsabili di alcune rapine commesse nei giorni scorsi nei confronti di prostitute, rapine che non hanno alcuna connessione con il grave fatto avvenuto nella mattinata di sabato scorso", recita una nota della polizia. Che continua: "I controlli di questa notte infatti si inquadrano in una più ampia e articolata gamma di servizi iniziati dall’inizio di questa estate su tutto il lungomare e finalizzata a verificare il rispetto della vigente normativa in materia di permanenza sul territorio e a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti e i reati predatori, servizi che negli ultimi due mesi ha permesso di identificare oltre 12 mila persone e a sequestrare alcuni chili di marijuana diverse centinaia di grammi di cocaina. Le attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti e al controllo della sussistenza dei presupposti per la permanenza sul territorio nazionale da parte degli stranieri proseguirà anche nelle prossime giornate con l’ausilio delle unità cinofile della Polizia di Stato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Tremendo schianto in autostrada, un morto e un ferito in gravi condizioni

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

  • Ristoranti aperti solo per i conviventi, Conte: "Chiediamo a tutti di rispettare le regole"

Torna su
RiminiToday è in caricamento