rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Cronaca Morciano di Romagna

Tassa di occupazione del suolo pubblico: Morciano tende una mano a ristoratori e negozianti

Esonero fino a fine anno per bar, ristoranti e pubblici esercizi. Il sindaco: "E' il minimo che possiamo fare, le attività stanno pagando un prezzo altissimo a causa della pandemia"

Esonero totale per tutto il 2021 delle imposte relative all'occupazione di suolo pubblico per bar, ristoranti e pubblici esercizi. Il Comune di Morciano tende la mano alle categorie economiche tra le più colpite e penalizzate dall'emergenza Coronavirus, offrendo loro la possibilità di ampliare a costo zero i propri spazi attraverso tavolini e sedie, come già avvenuto durante l'estate 2020.

Attualmente, infatti, il Decreto Sostegni, recentemente varato dal Governo, prevede la proroga fino al mese di giugno dell'esenzione del pagamento dell'imposta per l'occupazione del suolo pubblico. Nel caso in cui il provvedimento non venisse ulteriormente esteso fino al mese di dicembre, il Comune di Morciano di Romagna provvederà in autonomia ad esentare bar e ristoranti dal pagamento della tassa. “E' il minimo che possiamo fare – dichiara il sindaco di Morciano, Giorgio Ciotti – per sostenere attività che stanno pagando un prezzo altissimo per via della pandemia: poter usufruire di spazi esterni è fondamentale, anche per mantenere e rispettare le norme relative al distanziamento”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tassa di occupazione del suolo pubblico: Morciano tende una mano a ristoratori e negozianti

RiminiToday è in caricamento