Tenta di sfuggire al controllo, era un ricercato in possesso di stupefacenti

Alla vista del personale della polizia di Stato ha cercato di allontanarsi in tutta fretta dal locale

Il controllo degli avventori in un locale pubblico di Miramare si è rivelato fatale per un barese 28enne sul quale pendeva un ordine di carcerazione. Il personale della polizia di Stato, nella giornata di sabato, si è presentata nell'esercizio pubblico per identificare i presenti e, alla vista delle divise, il giovane ha dapprima cercato di evitare di esibire i documenti per poi cercare di scappare. Bloccato dagli agenti, dal controllo con il database delle forze dell'ordine è emerso che sul pugliese pendeva un ordine di carcerazione in quanto doveva espiare una pena di 1 anno e 8 mesi per una serie di furti commessi a Rimini. Dalla perquisizione, inoltre, sono spuntati 20 grammi di stupefacenti, tra masijuana e cocaina, oltre a un bilancino di precisione, soldi contanti e un orologio da 3mila euro di dubbia provenienza. Il 28enne, quindi, è stato arrestato e portato in Questura da dove, al termine delle pratiche di rito, è stato trasferito nel carcere riminese dei "Casetti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riapre un supermercato storico della Riviera: 78 lavoratori e un investimento di 4 milioni

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • "Armato di pistola in piazza Ferrari", Pecci lancia l'allarme sulla sicurezza

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

Torna su
RiminiToday è in caricamento