rotate-mobile
Sabato, 26 Novembre 2022
Cronaca

Tenta il gesto estremo dopo il litigio con la moglie, salvato dai carabinieri

L'uomo ha cercato di gettarsi dal balcone di casa, i militari dell'Arma dopo avergli parlato per quasi un'ora sono riusciti a convincerlo dal compiere l'insano gesto

Un feroce litigio con la moglie, dovuto ad un difficile momento nel rapporto tra i due, ha innescato propositi suicidi in un 34enne che mercoledì sera ha tentato di gettarsi dal terrazzo di casa al terzo piano di una palazzina di Viserba. L'uomo è stato visto sporgersi dalla ringhiera del balcone da un passante che ha dato l'allarme fermando una pattuglia dei carabinieri che, in quel momento, stava transitando in strada. Quando i militari dell'Arma sono arrivati sul posto il 34enne era già completamente sporto con tutto il corpo nel vuoto ed è stato a questo punto che dando prova di sangue freddo i carabinieri sono riusciti ad avviare un dialogo con lui per farlo desistere. L'aspirante suicida ha spiegato loro i motivi che lo avevano portato alla decisione di togliersi la vita, il difficile rapporto con la moglie, ed è stato così possibile contattare la donna che aveva lasciato l'abitazione per reperire le chiavi dell'appartamento e raggiungere il 34enne mentre nel frattempo sono accorsi anche i vigili del fuoco e il 118. La pattuglia dell'Arma ha così potuto arrivare al terrazzo e continuare a parlare con l'aspirante suicida e, dopo 45 minuti, a convincerlo a desistere dall'insano gesto. Dopo essersi sfogato, infatti, l'uomo ha accettato di essere aiutato a rientrare in casa e una volta in sicurezza è stato affidato ai sanitari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tenta il gesto estremo dopo il litigio con la moglie, salvato dai carabinieri

RiminiToday è in caricamento