Accoltellamento sul litorale di Riccione, due arresti per tentato omicidio

Gli agenti della Squadra Mobile di Rimini e i Carabinieri della Compagnia della Perla Verde hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere e l'altra ai domiciliari nei confronti di due dei quattro ragazzi responsabili di aver aggredito un giovane

Nuovi sviluppi nell'ambito delle indagini relative all'aggressione avvenuta nel cuore della nottata tra il 22 e il 23 agosto scorso nei pressi della spiaggia libera di Riccione. Gli agenti della Squadra Mobile di Rimini e i Carabinieri della Compagnia della Perla Verde hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere e l'altra ai domiciliari nei confronti di due dei quattro ragazzi responsabili di aver aggredito un giovane 18enne.

Fin da subito il lavoro degli inquirenti aveva permesso di identificare e catturare gli autori dell'accoltellamento. A finire in manette furono tre magrebini ed un egiziano, tutti tra i 18 e i 20 anni a Riccione senza fissa dimora. Venne anche recuperata l'arma utilizzata dagli stranieri, un coltello militare con impugnatura mimetica, sequestrato dai carabinieri che avevano già individuato l'autore materiale del fendente. Al termine delle attività, Polizia e Carabinieri avevano arrestato sette persone, denunciando un minorenne.

Da quanto emerse che sull’arenile vi erano due gruppi di ragazzi ciascuno di 4 persone: uno costituito da cittadini egiziani e l’altro invece costituito da cittadini italiani. I due gruppi a un certo punto si sarebbero affrontati per questioni attinenti allo spaccio di sostanze stupefacenti nella zona di viale Ceccarini (in entrambi i gruppi infatti vi sono alcuni ragazzi con precedenti legati allo spaccio di sostanze stupefacenti).

E’ sorta così una collutazione che è durata sino a quando alcuni componenti il primo gruppo hanno estratto un coltello e hanno iniziato ad attingere i componenti dell’altro gruppo, provocando diverse ferite. Convalidato l’arresto, il giudice aveva disposto la misura cautelare detentiva esclusivamente in relazione al reato di rissa aggravata. Il lavoro degli inquirenti ha consentito di raccogliere elementi utili per poter chiedere e ottenere con riferimento al più grave reato di tentato omicidio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento