Test diagnostici per il Covid-19 clandestini, nei guai la titolare di una parafarmacia

Denunciata la responsabile che effettuava prelievi ematici senza averne i titoli, sequestrati i kit per un valore di circa 10mila euro

La titolare di una parafarmacia, nella zona sud della provincia di Rimini, è stata denunciata dai nas di Bologna per esercizio abusivo dela professione. La donna, secondo quanto emerso, senza averne i titoli effettuava dei prelievi ematici ai clienti che acquistavano il test rapido per individuare gli anticorpi del Covid-19. Per ogni analisi, venivano richiesti 30 euro. I carabinieri, all'interno della parafarmacia, hanno trovato e sequestrato circa 300 kit per un valore di 10mila euro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia nella mattinata, ragazzino perde la vita

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Si lascia cadere nel vuoto, gesto estremo di un ragazzo

  • Col monopattino elettrico in A14, bloccato dalla polizia in autostrada

  • Stroncato da un'overdose, giovane padre di famiglia ritrovato senza vita nel garage

  • Bellaria piange la scomparsa del 13enne, proclamato il lutto cittadino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento