Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Turismo, nessuna data certa sulla riapertura: "Non possiamo aspettare due settimane"

Il sindaco Ciotti: "L'onorevole Bonaccorsi ha affermato che per la data di una plausibile apertura bisogna attendere 15 giorni, questo non va bene"

“Protocolli e date certe, adesso. Non tra 15 giorni, perché è ora il momento necessario. I nostri operatori turistici meritano attenzione, al pari di tutti gli altri cittadini e imprenditori. Si tratta di un comparto che ha bisogno di avere una prospettiva”. Con queste parole il sindaco di Cattolica, Mariano Gennari, interviene dopo aver preso parte alla videoconferenza del G20s con la Sottosegretaria con delega al Turismo Lorenza Bonaccorsi.

“In merito ai protocolli, l’Onorevole Bonaccorsi ci ha assicurato – spiega Gennari - che in settimana saranno disponibili al Ministeri per i Beni e le Attività culturali: questa è una prima notizia positiva. Purtroppo, ha anche aggiunto, che la data di una plausibile apertura, non sarà possibile annunciarla prima dei prossimi 14 giorni: questo non va bene. Noi sindaci del G20s, stante la situazione prospettata, chiediamo date certe”.

“Le comunità e le attività dei loro territori saranno assolutamente pronte a rispettare i protocolli che verranno dati. Ma lo vogliono sapere al più presto, non tra 15 o 20 giorni. Il 1° Giugno sono pronti a far partire la stagione balneare. Adesso “la palla” è in mano al Governo ed alle Regioni, ci auguriamo che non lascino i territori senza copertura legislativa e che non rimangano sordi a queste richieste e che non rimangano sordi a queste richieste”, ha concluso il Primo Cittadino.

Ciotti ha infatti partecipato lunedì alla video confererenza insieme ai primi cittadini della costa romagnola di Riccione, Cattolica, Comacchio, quelli della costa dell’Alto Adriatico di Lignano, Grado, Jesolo, Cavallino Treporti, Bibione, Chioggia, Rosolina, della costa toscana di Castiglione della Pescaia e San Vincenzo, della Costa Smeralda di Arzachena, del Gargano di Vieste e della costa campana di Sorrento e Ischia e al sottosegretario con delega al Turismo Onorevole Lorenza Bonaccorsi.

Dopo diverse lettere inviate al Governo con richieste di interventi urgenti e di incontri diretti, lunedì nella call con la Sottosegretario sono state messe sul tavolo le istanze più urgenti: data di apertura delle spiagge, protocollo sanitario per lavorare in sicurezza, interventi a sostegno di imprese e lavoratori della filiera turistica e promozione. La decisione corale dei Sindaci è una sola: “Non abbiamo altre chance. Abbiamo solo l’estate! Siamo pronti ad aprire in sicurezza, ci serve solo una data!”

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Turismo, nessuna data certa sulla riapertura: "Non possiamo aspettare due settimane"

RiminiToday è in caricamento