Turista tedesca violentata in hotel a Rimini, indagati due allievi poliziotti

Lo stupro avvenuto nel pomeriggio di sabato nella struttura ricettiva, indagini serrate per accertare la dinamica

Per loro le accuse sono di violenza sessuale di gruppo nei confronti di una turista tedesca che ha denunciato di essere stata stuprata. Ad essere indagati dal personale della squadra Mobile di Rimini sono due giovani, di 21 e 23 anni, studenti della scuola allievi polizia di Stato Brescia. I presunti stupratori sono stati identificati e, le indagini, sono coordinate dal sostituto procuratore Davide Ercolani. Lo stupro sarebbe stato commesso nella stanza di un hotel di Rimini nel pomeriggio di sabato e, al momento, è emerso che gli inquirenti hanno eseguito una minuziosa perquisizione con gli accertamenti andati avanti fino all'alba di domenica per ascoltare vittima e testimoni.

Secondo quanto emerso, la violenza si sarebbe consumata in una struttura ricettiva di via Siracusa e la vittima, una 19enne, è stata accompagnata in ospedale dagli agenti della polizia di Stato di Rimini verso le 23. I sanitari, nel corso della visita, avrebbero accertato lo stupro ma non sarebbero emerse ulteriori lesioni. Dimessa verso l'1.30, la giovane tedesca è stata poi ascoltata dagli inquirenti per tutta la notte.

"Pur dovendo fare i conti con informazioni ancora frammentarie, l'amministrazione comunale di Rimini auspica che sia fatta in tempi rapidi piena luce sull'episodio - commentano dal Comune - In attesa degli accertamenti da parte degli inquirenti, come amministrazione ribadiamo la totale vicinanza, solidarietà, sostegno e aiuto a ogni donna che sia oggetto e vittima di qualsiasi tipo di violenza, a partire dalla più brutale e vigliacca, quella sessuale. Per tale motivo sin da ora affermiamo che, qualora i riscontri degli investigatori confermassero le prime ipotesi, il Comune di Rimini, dando voce alla sensibilità dell'intera comunità riminese così come avvenuto per casi analoghi in passato, si costituirà parte civile nei confronti dei responsabili. Ci auguriamo che nelle prossime ore emergano con più chiarezza i fatti, per le decisioni conseguenti anche da parte del Comune di Rimini".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento