Ubriaco brinda "alla faccia dei carabinieri", arriva la denuncia al barista

Fermato mentre girava armato di coltello, all'uscita dalla caserma ha continuato a bere a tutti i costi

Incredibile vicenda quella accusata in Valmarecchia coi carabinieri che hanno denunciato a piede libero un barista di Novafeltria. Tutto è iniziato quando, ai militari dell'Arma, erano arrivate alcune segnalazioni di un uomo ubriaco che infastidiva i passanti. La pattuglia ha quindi individuato un sardo 48enne, già noto alle forze dell'ordine, che oltre ad essere in preda ai fumi dell'alcol aveva in tasca un coltello. Portato in caserma, l'uomo è stato denunciato a piede libero per porto ingiustificato di armi ma, ancora ubriaco, al momento di uscire ha urlato spavaldamente: "Tanto adesso vado al bar a bere nuovamente alla faccia dei carabinieri". I militari, a questo punto, lo hanno seguito fino a quando si è infilato nel primo locale pubblico a disposizione dove ha ordinato l'ennesima birra che gli è stata servita nonostante fosse palesemente ubriaco. I carabinieri, quindi, sono entrati in azione denuciando il barista per la violazione dell’articolo 691 del codice penale dove, in teoria, si parla anche di arresto da tre mesi ad un anno, arresto sostituito dalla pena pecuniaria dell’ammenda da 516 a 2.582 euro oppure dalla permanenza ai domiciliari da 15 a 45 giorni ovvero dai lavori di pubblica utilità da 20 giorni a sei mesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Rapina a mano armata in pieno giorno, preso di mira un supermercato

Torna su
RiminiToday è in caricamento