Ubriaco fradicio "aggredisce" a mazzate un semaforo

Poco prima l'esagitato se l'era presa anche contro alcuni cestini dei rifiuti posizionati lungo viale principe Amedeo

In preda ai fumi dell'alcol, all'alba di martedì, ha iniziato a dare in escandescenza per poi predersela con un inerme semaforo e con altri arredi urbani. Una sceneggiata che ha dell'incredibile quella messa in atto da un 38enne marocchino, regolare in Italia, a Marina Centro. Secondo quanto emerso il nordafricano, in preda ai fumi dell'alcol, aveva chiesto da bere in una bar della zona ma, quando il barista si è riufiutato a causa della sua ubriachezza, ha iniziato a dare in escandescenza. I primi a finire nel mirino della sua ira sono stati alcuni cestini di viale principe Amedeo e, subito dopo, il semaforo all'incrocio con via Matteucci colpito con una mazza di legno fino a spaccare sia le visiere parasole che le luci all'interno. Sul posto è accorsa una Volante della polizia di Stato e, alla vista delle divise, il 38enne ha cercato di fuggire ma è stato bloccato e arrestato per danneggiamenti. Portato in Questura, nella mattinata di martedì è stato processato per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Guida Michelin 2021, le "stelle" brillano nel Riminese con una novità

Torna su
RiminiToday è in caricamento