Umilia la consorte per anni e la picchia: arrestato

Un riccionese di 51 anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato venerdì pomeriggio dai Carabinieri di Riccione per estorsione, maltrattamenti e lesioni nei confronti della 65enne consorte ecuadoregna, con lui convivente

Un riccionese di 51 anni, già noto alle forze dell'ordine, è stato arrestato venerdì pomeriggio dai Carabinieri di Riccione per estorsione, maltrattamenti e lesioni nei confronti della 65enne consorte ecuadoregna, con lui convivente. I Carabinieri, a conclusione di articolate indagini, hannno chiarito che da circa quattro anni il 51enne aveva adottato un atteggiamento denigratorio, aggressivo ed intimidatorio nei confronti della donna, costretta a patire spesso vere proprie umiliazioni.

In particolare, l’indagato, dedito al consumo di alcool, al fine di farsi consegnare denaro per  acquistare  bevande,  il 4 aprile scorso aveva minacciato ripetutamente di morte la consorte percuotendola violentemente e procurandole una frattura delle ossa nasali e la contusione dell’emitorace sinistro, giudicate guaribili in 30 giorni dai sanitari del locale ospedale. Il gip ha emesso quindi un’ordinanza di custodia cautelare in un luogo di cura, precisando che il reato non era stato commesso grazie all’intervento dei Carabinieri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento