Un'ordinanza per un maggior decoro e sicurezza del castello di Coriano

Ciò si è reso necessario per il verificarsi reiterato di episodi di vandalismo e di mancanza di senso civico

Mercoledì 5 settembre il vicesindaco Gianluca Ugolini , insieme con gli assessori Anna Pazzaglia e Giulia Santoni hanno  fatto visita ai residenti all'interno delle mura del Castello Malatestiano per illustrare  l'ordinanza per la tutela e conservazione del Castello Malatestiano di Coriano  che regolamenta l'accesso pubblico all'area delle mura di cinta e all'interno del Castello, con loro anche Bachiocchi e Piersanti delle GEV, anche loro deputati ai controlli. Ciò si è reso necessario per il verificarsi reiterato di episodi di vandalismo e di mancanza di senso civico  (danneggiamento dell'edificio, arrampicate, bivacchi, distacco e lancio  di mattoni , versamento di  liquidi) posti in essere da giovani  che arrecano minacce alla sicurezza urbana e l'incolumità pubblica, oltre che danneggiamento di beni facenti parte del patrimonio storico , artistico e culturale.
 
Per contrastare questi gesti, l'accesso all'area del Castello è consentita da maggio a ottobre dalle ore 9 alle ore 22 , mentre negli altri mesi sarà possibile accedere all'interno fino alle ore 20. Inoltre vige sempre  il divieto di accesso con qualsiasi veicolo ( eccetto mezzi autorizzati), il divieto di bivaccare, arrampicarsi sulle mura, abbandonare rifiuti, danneggiare il luogo con scritte e disegni, procurare disturbo con urla , schiammazzi e musica ad alto volume e di soffermarsi nei pressi delle abitazioni.
La permanenza all'interno delle mura e del castello Malatestiano è consentita solo per il tempo strettamente necessario alla visita del luogo storico.
 
“A sostegno di questa ordinanza - ha dichiarato Gianluca Ugolini Vicesindaco di Coriano ed Assessore alla Sicurezza ed al Decoro Urbano - è stato apposto anche un cartello  informativo sui divieti, in modo che tutti ne siano sicuramente e puntualmente informati. Chi viola tali indicazioni verrà presto individuato e sanzionato, infatti la zona è già sotto controllo da un sistema di videosorveglianza collegato alla Polizia Municipale. Il rispetto del patrimonio pubblico e delle persone che le vivono e le curano è uno degli elementi fondanti del vivere civile.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

  • Inizia la Lotteria degli scontrini: come ottenere il codice per vincere fino a 5 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento