Un prestito ad arte: un nuovo dipinto del ‘500 per il Museo della Città

Giovedì 14 novembre alle ore 17 al Museo della Città (Sala del Giudizio) verrà presentato alla cittadinanza dall’Assessore alla Cultura Massimo Pulini e dal direttore dei Musei Comunali Maurizio Biordi, il dipinto raffigurante una delicata Sacra Famiglia

Giovedì 14 novembre alle ore 17 al Museo della Città (Sala del Giudizio) verrà presentato alla cittadinanza  dall’Assessore alla Cultura Massimo Pulini e dal direttore dei Musei Comunali Maurizio Biordi, il dipinto raffigurante una delicata Sacra Famiglia del secolo XVI, nuova accessione d’arte del Museo della Città di Rimini.

La presentazione del dipinto vuole evidenziare anche un’altra particolarità, quella del deposito temporaneo del quadro nelle sale del Museo grazie alla generosa disponibilità delle sorelle Matelda e Isabella Pericoli di Riccione. L’opera infatti è in comodato gratuito quinquennale e potrà ritornare in possesso delle proprietarie allo scadere del periodo di deposito. Di comune accordo le sorelle Pericoli hanno inteso lasciare ‘in prestito’ questa loro preziosa eredità familiare per renderla fruibile al pubblico e per collocare l’opera in un contesto museale che la valorizzasse in un dialogo aperto e di confronto con la pittura coeva presente nelle sale del Museo della Città. Recentemente è stata ‘riletta’ alla luce di nuove interpretazioni stilistiche e di scuola che l’hanno ricondotta ad altra mano pittorica.

Il dipinto, una Madonna con bambino, san Giuseppe e altra figura maschile, forse il committente, fu infatti acquistato sul mercato antiquariale nel 1964 attribuito a Carlo Porta detto il Salviati (1520-1575 circa). Per il dipinto, ora, una nuova vita espositiva e una nuova paternità attributiva.

Ingresso libero

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento