Una marea di irregolarità, il Comune di Misano chiude il Bobo

Mancanze dal punto di vista della sicurezza, della prevenzione incendi e dell'igiene all'origine del provvedimento

Giovedì mattina la commissione di vigilanza pubblico spettacolo a seguito di una richiesta dell’Amministrazione Comunale di Misano ha effettuato un sopralluogo presso il locale “Bobo”. In base al sopralluogo sono emersi tanti e tali inadempimenti a varie norme di legge (mancanze dal punto di vista della sicurezza, della prevenzione incendi e dell’igiene) per cui il sindaco ha intimato seduta stante ai proprietari e gestori ivi presenti, l’immediata sospensione di ogni attività di pubblico spettacolo, pubblico esercizio e anche feste private in attesa di emettere la formale ordinanza di chiusura del locale non appena perverrà il verbale completo da parte delle varie autorità preposte. Questa sera di conseguenza, la serata in programma, non si terrà. 

Il Bobo peraltro aveva già in corso una procedura di sospensione dell’attività per il mancato pagamento della tassa sui rifiuti degli ultimi 2 anni per un totale di oltre 15mila euro. A riguardo del mancato pagamento di tale tassa, ad oggi sono circa una dozzina,  gli alberghi e  i pubblici esercizi a non essere in regola con il pagamento. A dispetto di quanto prevede la legge e cioè che se non pagata la tassa dovrebbe essere ricaricata sui contribuenti in regola, il Comune ha deciso di mantenere la linea dura e sono in corso le notifiche del preavviso della sospensione dell’attività per gli esercenti morosi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stesso locale, lo scorso 28 luglio, era finito già nei guai con la Guardia di Fiananza: le Fiamme Gialle avevano scoperto varie violazioni in materia di diritto d’autore e personale che lavorava in nero all'interno del locale. Sono stati 7 i dipendenti, in particolare ballerine, vocalist e Dj, pizzicati mentre erano impiegati senza contratto facendo scattare una sanzione dai 12.250 a un massimo di 24.500 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento