menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La vittima dei truffatori: "Mi sono fatto fregare da una banda di quaquaraquà"

Dopo aver venduto la sua auto ai malviventi si improvvisa investigatore e la ritrova in un autosalone in Romania

Ha ancora il dente avvelenato nei confronti di chi lo ha truffato il 28enne forlivese che ci ha rimesso un'Audi A4 fatta sparire dalla banda di malviventi arrestata dai carabinieri di Rimini. "A luglio dello scorso anno - spiega la vittima - mi avevano contattato quando avevo messo in vendita la mia auto e solo dopo aveer concluso l'affare, per 10mila euro, mi sono reso conto di essere stato raggirato da una banda di quaquaraquà. ho affrontato personalmente il 62enne, che si era intestato l'Audi, e per poco non finiva a botte. Quando l'ho messo alle strette, e ci è voluto poco, mi ha confessato che l'aveva fatto per 500 euro ma nel frattempo l'auto era sparita. Da quel che ho capito, la banda aveva un set di assegni rubati sui quali stampavano nome e importo per poi rifilarli ai venditori".

"In un primo momento - prosegue il forlivese - mi sono trasformato in investigatore e sono riuscito a scoprire che l'Audi era finita in un salone di auto usate in Romania già il giorno dopo il passaggio di proprietà. Chi la metteva in vendita su internet aveva fatto le foto dell'abitacolo senza nemmeno ripulirlo e, immediatamente, ho riconosciuto i deodoranti che avevo lasciato sul cruscotto. Ho provato a contattarlo e, allo stesso tempo, avvisare i carabinieri ma non ce l'ho più fatta a recuperarlo. So che sono in tanti ad aver fatto la mia fine anche se la maggior parte dei truffati è riuscita a rientrare in possesso dei loro veicoli".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Regina dà lo "scatto" alla stagione turistica tra ciclismo e fiori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento