"Voglio più soldi": l'avventura col trans finisce dai Carabinieri

"Voglio più soldi", e scatta la lite. Non si tratta di un dipendente alle prese col proprio datore di lavoro per una richiesta di aumento dello stipendio, ma della lite scaturita tra un trans ed un cliente

"Voglio più soldi", e scatta la lite. Non si tratta di un dipendente alle prese col proprio datore di lavoro per una richiesta di aumento dello stipendio, ma della lite scaturita tra un trans ed un cliente per quanto riguarda il pagamento della prestazione. E il cittadino ha così deciso di chiamare i Carabinieri. E' successo nella giornata di martedì, poco prima delle 17: i militari, giunti sul posto, hanno appurato che l'uomo, dopo aver consumato un rapporto sessuale con un “trans”, si è sentito richiedere dal trans stesso più denaro di quanto concordato.

Prontamente i Carabinieri della Stazione del Porto si sono portati quindi sul posto, in zona Miramare, e hanno accertato che il soggetto dopo il rapporto aveva subito delle minacce estorsive di denaro da parte del “trans” che però prima dell’intervento si era dileguato. Il cittadino è stato tranquillizzato e accompagnato in caserma per l’esposizione dei fatti. Sono attive le ricerche dello straniero.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • La bravata durante la lezione on-line costa cara a due studenti minorenni

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

  • Bubana pronto ad aderire a #ioapro: "O apro il ristorante o chiudo per sempre"

  • Organizzano una festa di compleanno e la pubblicano sui social: arriva la Polizia, multe salate a dieci ragazzi

  • Superenalotto, colpaccio a Rimini: centrato un "5" da decine di migliaia di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento