menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

La zuppa di cipolla non fa piangere Francesco e gli permette di continuare la scalata a Masterchef

Il maitre di Bellaria si è distinto anche nella prova della Mistery Box grazie agli gnocchi "Nonno Michele"

La quarta puntata parte con una nuova sfida per i diciotto chef amatoriali più bravi d’Italia: una Mystery Box a tema gnocchi. Sotto ogni Box, infatti, gli aspiranti chef trovano tutto l’occorrente per realizzare al meglio questa preparazione conosciutissima: un pizzico di sale, patate bollite, una ciotola di farina, un uovo, noce moscata, una ciotola di Parmigiano, lo schiacciapatate e il riga-gnocchi. I tre giudici mostrano a tutti il loro personale piatto di gnocchi, legati alle loro tradizioni, terra ed esperienza. Anche i cuochi amatoriali dovranno far capire chi sono nei 45 minuti di cucinata e reinventarsi con degli gnocchi esclusivi. La prova ha inizio: c’è chi parte dalla tradizione e ricrea un piatto famigliare e chi invece, inventa da zero. I tre chef Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli scelgono tra i migliori piatti quelli di Maxwell, Daiana e Aquila. Quest'ultimo ha presentato il piatto "Nonno Michele": gnocchi tostati in padella ripieni di scamorza e pancetta su salsa di broccoli alla vaniglia. Per chef Cannavacciuolo l'azzardo di unire i broccoli alla vaniglia è stato il plus che ha distinto la portata. La vincitrice della prova è Daiana che, con il piatto “Un amore di gnocco”, conquista i palati dei tre Chef Antonino Cannavacciuolo, Bruno Barbieri e Giorgio Locatelli.

Per l'Invention Test Giorgio Locatelli,Bruno Barbieri e Antonino Cannavacciuolo presentano due nuove promesse della cucina italiana, Solaika Marrocco e Stella Shi. Entrambe hanno portato una selezione di ingredienti che rappresentano la loro idea di cucina. Daiana ha la possibilità di assegnare i due gruppi di ingredienti ai suoi compagni, inoltre potrà creare una “cloche killer” da assegnare ad alcuni aspiranti chef. Gli aspiranti chef che dovranno utilizzare tutti e dodici gli ingredienti. Daiana, Igor, Eduard, Irene, Jia Bi e Alessandra dovranno inventare un piatto dalla cloche di Solaika. Dalla Cloche di Stella Shi : Cristiano, Sedighe, Maxwell, Ilda, Marco e Aquila. Dalla “Cloche Killer”: Irish, Azzurra, Federica, Valeria, Monir e Antonio. Francesco, quindi, riesce ad uscire indenne dalla prova che ha però causato l'eliminazione di Irish. 

Nella seconda parte della puntata i cuochi amatoriali si sono dovuti cimentare con uno Skill Test ad eliminazione con un unico fil rouge: la farina. Nei tre livelli di difficoltà gli aspiranti chef hanno dovuto dimostrare grandi capacità tecniche e solo chi ha fattodei piatti precisi si è salvato salendo in balconata. Dopo un primo livello con lo Yorkshire Pudding, nel quale Francesco Aquila non ha eccelso, il secondo ha visto protagonista la zuppa di cipolle ed è stato con questo piatto preparato rispettando tutte le regole che il maitre bellariese ha staccato il suo biglietto per proseguire l'avventura in MasterChef.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Ecco i 3 momenti della vita in cui si ingrassa di più

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento