menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Giovani e lavoro: alle aziende incentivi della Regione per chi assume

La Regione Emilia-Romagna ha dato attuazione al Piano straordinario per l'occupazione dei giovani per la parte che riguarda le misure di incentivazione rivolte alle imprese per l'inserimento e la stabilizzazione dei giovani

La Regione Emilia-Romagna ha dato attuazione al Piano straordinario per l’occupazione dei giovani per la parte che riguarda le misure di incentivazione rivolte alle imprese per l’inserimento e la stabilizzazione dei giovani. In sostanza, vengono offerti incentivi economici alle aziende che nel corso del 2012 hanno assunto e assumeranno a tempo indeterminato giovani dai 18 ai 34 anni, anche attraverso la trasformazione di altra forma contrattuale, apprendistato compreso.

Per poter partecipare al bando, che scade il 31 gennaio 2013, e ottenere gli incentivi, le assunzioni o le trasformazioni di altre forme contrattuali a tempo indeterminato devono essere state instaurate dalle imprese in Emilia Romagna nel periodo compreso fra l’1/01/2012 e il 31/12/2012 e comunque prima della presentazione delle domande e devono prevedere per il giovane assunto una retribuzione annua lorda superiore a 15 mila euro. Le domande di incentivo devono essere presentate alla Provincia nel cui territorio l’impresa è ubicata.

La Regione approverà gli elenchi degli ammessi con deliberazioni della Giunta e provvederà, di conseguenza, all’erogazione dei finanziamenti. In caso di insufficienza delle risorse a disposizione sono stati previsti criteri di priorità, che vedono al primo posto le domande riferite alla trasformazione di lavoratori discontinui che nei 36 mesi precedenti la stabilizzazione non abbiano superato 35 mila euro di reddito lordo da lavoro. Le imprese che otterranno gli incentivi per i giovani lavoratori assunti o trasformati dovranno mantenere i contratti per almeno 3 anni dalla stipula e non ricorrere, per lo stesso periodo, ad ammortizzatori sociali, pena la revoca dell’incentivo concesso.

Finanziamenti per l'occupazione giovanile e delle donne:

Il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, di concerto con il Ministero dell'Economia e delle Finanze, ha pubblicato, sulla Gazzetta Ufficiale n. 243 del 17 ottobre 2012, il decreto interministeriale del 5 ottobre 2012, che istituisce il fondo per il finanziamento di interventi a favore dell'incremento, in termini quantitativi e qualitativi, dell'occupazione giovanile e delle donne. In particolare viene riconosciuto un importo pari a 12.000 euro in caso di trasformazione di un contratto a tempo determinato in contratto a tempo indeterminato, ovvero per ogni stabilizzazione di rapporti di lavoro nella forma di collaborazioni coordinate e continuative anche nella modalità di progetto o delle associazioni in partecipazione con apporto di lavoro.

Tali forme di stabilizzazione dovranno riferirsi a contratti di lavoro in essere, ovvero cessati da non più di sei mesi, e mediante la stipula di contratti a tempo indeterminato, anche a tempo parziale. Sono inoltre previsti incentivi per le assunzioni di giovani e donne a tempo determinato, la cui misura varia in relazione alla durata del rapporto di lavoro. In particolare il valore del contributo è stabilito nella misura di 3.000 euro per contratti di lavoro di durata non inferiore a 12 mesi; nella misura di 4.000 euro se la durata del contratto supera i 18 mesi e, da ultimo, nella misura di 6.000 euro per i contratti aventi durata superiore a 24 mesi.

L’INPS, cui è affidata la gestione della misura, corrisponderà gli incentivi in base all’ordine cronologico di presentazione delle domande ed entro il limite delle risorse disponibili (oltre 230 milioni di euro), attraverso modalità telematiche che saranno attivate al più presto e consentiranno ai datori di lavoro di avere facile accesso allo strumento appena adottato.

 Voucher formativi per i giovani tra 30 e 34 anni:

La Regione Emilia-Romagna ha attivato un progetto rivolto a giovani tra 30 e 34 anni non compiuti per l’attribuzione di assegni formativi (voucher) per l’accesso ai percorsi presenti nel catalogo regionale dell’offerta formativa a qualifica in attuazione del Piano Giovani, che durerà un anno. I destinatari dei voucher dovranno essere iscritti al proprio Centro per l’impiego, il quale validerà i percorsi individuali scelti dai giovani, da un catalogo on-line, consultabile dal portale Formazione e lavoro della Regione, nella sezione ”Piano straordinario per l’occupazione dei giovani” – Interventi per la formazione pre-inserimento.

Per approfondimenti e iscrizioni:
Centro per l’impiego di Rimini  piazzale Bornaccini, 1 (referente: Paola Giulianelli, 5° piano, stanza B8) nelle giornate di lunedì, mercoledì, venerdì dalle 9 alle 13 / tel. 0541 363934, e-mail p.giulianelli@provincia.rimini.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento