“Affermazioni diffamatorie”, il Comune di Rimini pronto a denunciare Marzio Pecci

Sull’inchiesta Tecnopolo - Acquarena arriva la replica di palazzo Garampi alle affermazioni del capo gruppo della Lega

“Il sindaco e la Giunta comunale di Rimini  hanno dato mandato all'Avvocatura Civica di valutare l'entità delle false e gravissime dichiarazioni diffamatorie, contenute nel comunicato stampa inviato quest'oggi dal consigliere della Lega Marzio Pecci, al fine di avanzare formale querela presso gli uffici giudiziari”. In una nota stampa, diffusa nel tardo pomeriggio di venerdì, palazzo Garampi attacca il capogruppo del carroccio intervenuto sull’inchiesta Tecnopolo - Acquarena in seguito alle rivelazioni dell’ex assessore Roberto BiaginiUna ricostruzione che viene fortemente respinta dal capo di gabinetto che si è già rivolto al suo legale, l'avvocato Mareno Maresi, sottolineando che ogni notizia diffusa in modo strumentale al fine di ledere la sua reputazione verrà perseguita nelle sedi competenti.

“Considerata la violenza inusitata delle dichiarazioni del tutto false pronunciate dal consigliere Pecci - commentano dal comune - il Sindaco e gli assessori si riservano fin da ora di presentare ad adjuvandum querela in sede penale e civile come persone fisiche offese. L'esercizio di azioni in sede penale e civile a tutela del prestigio dell’istituzione comunale e della reputazione personale verrà ovviamente attivato anche nei confronti di tutto coloro, a partire dalle testate giornalistiche, che diffondono tali informazioni false,  chiaramente diffamatorie”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Stroncato da un malore durante la partita di calcetto muore a 28 anni

  • Risotto coi funghi velenosi: muore dopo una settimana di agonia

  • Il Cocoricò riapre le porte con un nuovo gestore: "Inaugureremo a Pasqua e ci saranno grandi eventi"

  • Valerio Braschi pronto ad aprire il suo ristorante: il campione di Masterchef cerca personale

  • Amazon a Santarcangelo, il colosso dell'e-commerce ha aperto i battenti

  • Il caffè troppo "nero" di un imprenditore: scoperta evasione per tre milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento