Riccione, approvato il Bilancio di Previsione 2016-2018: "Tasse invariate"

"Il Bilancio e il Piano Investimenti – conclude il sindaco Tosi – rappresentano due strumenti virtuosi che ci hanno permesso di raggiungere gli obiettivi prefissati"

E’ stato approvato nella seduta del consiglio comunale di giovedì, con 15 voti favorevoli 8 contrari e un astenuto, il Bilancio di Previsione 2016-2018. “Si tratta di un bilancio che ha richiesto impegno e confronto continuo tra tutti gli assessorati, il personale dei settori e le sollecitazioni esterne provenienti dalle associazioni di categoria  e dai sindacati. Abbiamo mantenuto l’impegno di non alzare le tasse rispetto all’anno precedente – sottolinea l’assessore al Bilancio Roberto Monaco – lasciando invariate le aliquote di Imu, Tasi, Tari, addizionale Irpef e Imposta di Soggiorno. L’azione amministrativa si è inoltre caratterizzata per aver mantenuto elevata la qualità dei servizi rivolti alla cittadinanza con un forte impegno nei settori scolastico, sociale e del turismo. Quest’anno – prosegue l’assessore Monaco – il bilancio porta grande attenzione ai comparti dell’edilizia privata, urbanistica e lavori pubblici con stanziamenti importanti per la progettazione degli gli interventi inseriti nel piano triennale delle opere pubbliche”.

Sul versante della fiscalità, come è noto, dall’estate 2014 il Comune di Riccione ha eliminato la Tasi sulla prima casa riconfermando quest’anno le stesse aliquote sulle restanti tipologie di fabbricati. A seguito di un emendamento alla legge di stabilità, è stato creato un fondo di 80 milioni di euro per gli enti locali virtuosi come il comune di Riccione che non ha applicato la Tasi sulla prima abitazione e tramite il quale verrà destinato un trasferimento compensativo. Una misura che ha confermato dunque la bontà delle scelte effettuate dall’Amministrazione che non è stata penalizzata ma, al contrario, ha anticipato le scelte del Governo.

“Relativamente alla Tari e al previsto aumento del 3,4% per il 2016 richiesto da Hera – spiega il sindaco Renata Tosi – oltre ad aver chiesto ad Atersir riscontri precisi sulla percentuale del costo del servizio effettuato per la raccolta dei rifiuti, voglio ricordare che l’aumento non ricadrà in bolletta, quindi sulle tasche dei riccionesi, poiché verrà riassorbito dal Comune attraverso una somma predisposta in avanzo di bilancio. L’amministrazione è vicina ai cittadini e continuerà a far fede il principio seguito fin dal suo insediamento di non aumentare le imposte locali, compresa dunque la Tari”.

Nel dettaglio il Bilancio di previsione 2016 gestisce un volume pari a 120 milioni di euro di risorse correnti e in conto capitale, sia in entrata che in spesa. Le entrate tributarie previste nel 2016 sono pari a 46 milioni di euro. Il rendiconto per l’esercizio 2015, in approvazione nel prossimo consiglio comunale,chiude la gestione in equilibrio con un avanzo di amministrazione di 4.381.166,67 euro, di cui 3.500.000 euro per accantonamento al fondo svalutazione crediti. “Questa manovra fiscale equa - afferma l’assessore Monaco - ci consente di guardare ai prossimi anni con prospettive positive, tenendo i conti in ordine, attraverso una lotta incisiva agli sprechi  e una consapevole gestione delle entrate tributarie. Per quanto riguarda le voci di spesa, l’Amministrazione ha monitorato in particolare quelle relative al personale e al contratto con Hera. La spesa per il personale è in diminuzione per effetto della riorganizzazione e del riassetto dell’ente e per i pensionamenti non sostituiti da altrettante assunzioni.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul fronte degli investimenti, nel piano triennale dei lavori pubblici (approvato in Consiglio Comunale con 16 voti favorevoli, 6 contrari e 2 astenuti) particolare attenzione sarà rivolta  alle opere viarie come lo sfondamento di via XIX ottobre, l’ampliamento di viale Venezia, edilizia scolastica e palestre ( le scuole di via Panoramica, Riccione Paese e di via Capri, palestra scuola A. Brandi), gli interventi di manutentivi nei quartieri di strade, marciapiedi e verde. “Il Bilancio e il Piano Investimenti – conclude il sindaco Tosi – rappresentano due strumenti virtuosi che ci hanno permesso di raggiungere gli obiettivi prefissati: la riduzione del debito, la riqualificazione della spesa, una manovra fiscale giusta attraverso una costante operazione di confronto con il tessuto cittadino a partire dalle categorie e dalle organizzazioni sindacali”. Con i rappresentanti dei sindacati è previsto un incontro il 2 maggio per la definizione delle misure da adottare in materia di fiscalità locale e la firma di un protocollo con l’amministrazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento