Politica

Fiori (Lega) contro il Santarcangelo Festival: "Ennesima rappresentazione politica di parte"

L'esponente del Carroccio in consiglio comunale attacca la kermesse accusandola di essere "un subdolo strumento di propaganda politica"

Dura presa di posizione da parte di Marco Fiori, esponente del carroccio della città clementina, che punta il dito contro il Santarcangelo Festival accusandolo di essere l'"Ennesima rappresentazione politica di parte a spese dei cittadini". "Soliti temi monotematici pro immigrazione con annessa raccolta fondi per i clandestini quasi non esistessero bisognosi italiani - attacca Fiori. - Ogni anno ci si aspetta di poter assistere a rappresentazioni teatrali di buon gusto ma non è così a riprova che il festival di Santarcangelo altri non è che un subdolo strumento di propaganda politica di quella minima parte di popolazione, anarchica e antisalviniana, una svilente "Woodstock" pseudo culturale atta a raccogliere persone anticonformiste pretenziose di vivere senza regole e rispetto verso chi non è allineato al loro pensiero. Accolti, protetti e coccolati da una Santarcangelo dove, in pieno rispetto dei protocolli per emergenza covid 19 la munifica e remunerativa macchina politica del festival ha catalizzato tutte le energie e le risorse mentre per altre manifestazioni e sagre, che non si svolgeranno, l'impegno è stato pressoché nullo ma si sa la macchina della propaganda deve andare avanti". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fiori (Lega) contro il Santarcangelo Festival: "Ennesima rappresentazione politica di parte"

RiminiToday è in caricamento