menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

I grillini di Rimini si affidano ai pizzini

Il Movimento 5 Stelle di Rimini si affida ora ai “pizzini”. Spiegano dalla lista grillina: “Molti cittadini riminesi si sono ritrovati e si ritroveranno nei posti più impensabili"

Il Movimento 5 Stelle di Rimini si affida ora ai “pizzini”. Spiegano dalla lista grillina: “Molti cittadini riminesi si sono ritrovati e si ritroveranno nei posti più impensabili. Dei “pizzini” Piccoli biglietti in forma sparsa ed anonima recanti brevi informazioni sui fatti, metodi, problemi, riflessioni che l'amministrare questa città comporta. L'intento è di portare i cittadini a chiarire i temi insieme, o presso la nostra sede in via Isotta 30 tutti i lunedì sera o tutti sabati in piazza Tre Martiri presso il nostro gazebo dove almeno un consigliere del movimento è sempre presente per discutere dei problemi della città, unici fra tutte le forze politiche che ricordate presenti solo quando c'era da chiedere il voto”.

L'esortazione è questa : “Quindi cari cittadini, quando vedete un bigliettino arrotolato non buttatelo - leggetelo - potrebbe svelarvi cose che non sapete, ma sopratutto, ed è la nostra speranza ed il nostro motivo, farvi venire la voglia di partecipare con noi attivamente alla vita politica di questa città che ha un tremendo bisogno del vostro buonsenso. Ci siamo studiati il bilancio di Aeradria quando trionfalmente il suo presidente veniva a chiedere ossigeno in consiglio annunciando per primi che le perdite erano 7,6 milioni di euro al posto dei 6,2 menzionati. Abbiamo proposto un tavolo sulla balneazione bocciato con il "siamo d'accordo ma votiamo contro" della maggioranza. Abbiamo proposto regole meritorie per il governo delle partecipate e per il comitato dei garanti ovviamente bocciate. Abbiamo reso pubblico il business plan del fallimentare Trasporto Rapido Costiero. Abbiamo fatto esposti sui rischi della balneazione e sui PM10. Abbiamo tentato persino di onorare il risultato referendario chiedendo la riduzione del 7% delle tariffe del servizio idrico e teniamo presente che in giunta siede la responsabile locale dei dimenticati referendum dello scorso giugno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Benessere

I 5 DPI più efficaci per contrastare il Covid-19

Attualità

Famija Arciunesa premia i vincitori del concorso "Vota il presepe"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento