rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
Politica

Spiagge a rischio per l’erosione: Arlotti interroga il ministro Galletti

In gennaio il Ministero ha incontrato le Regioni Costiere e l’Ispra per sviluppare contro il fenomeno dell'erosione costiera interventi mirati ed eco-sostenibili, evitando soluzioni tampone e di carattere sporadico

Ogni anno si perdono a causa dell’erosione 75 mila metri quadrati di spiagge in tutta Italia e nella sola Emilia Romagna è a rischio il 24% delle spiagge. Sono i dati dell’annuario Ispra ricordati dal deputato Pd riminese Tiziano Arlotti nell’interrogare il ministro dell’ambiente Gian Luca Galletti e chiedere interventi a tutela della costa. L’interrogazione presentata da Arlotti, sottoscritta anche da una quarantina di colleghi, sottolinea come i fenomeni di erosione interessino sempre più le zone marino costiere: su  circa 8.300 chilometri di fascia costiera italiana il 42%, cioè poco meno della metà, è soggetto a fenomeni di erosione e 2400 km di costa mostrano gli effetti di una significativa erosione.

A questa si aggiungono i danni del maltempo: “quello che ha investito l’Emilia-Romagna e le Marche nei giorni scorsi ha provocato seri danni all'ambiente, con eventi atmosferici e forti mareggiate che hanno colpito in particolare i comuni costieri della regione e l’arenile”, sottolinea il deputato. Proprio il maltempo in Emilia-Romagna sarà inoltre oggetto del question time che si terrà oggi alla Camera.

In gennaio il Ministero ha incontrato le Regioni Costiere e l’Ispra per sviluppare contro il fenomeno dell'erosione costiera interventi mirati ed eco-sostenibili, evitando soluzioni tampone e di carattere sporadico. Arlotti chiede dunque ad Galletti “quali iniziative il ministero abbia concretamente avviato per contrastare l'erosione delle coste; a che punto sia l’istituzione del Tavolo nazionale per coadiuvare a livello nazionale gli interventi locali per contrastare il fenomeno dell'erosione delle nostre coste, così come dall’ipotesi emersa dall’incontro di gennaio; se sia stata avviata una ricognizione mirata sulla situazione delle coste italiane, dei progetti in corso, delle norme e delle conoscenze tecniche e scientifiche esistenti; di valutare una proposta comune per accedere ai fondi strutturali messi a disposizione dall'Unione europea e mettere in campo interventi eco-sostenibili prolungati e specifici”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Spiagge a rischio per l’erosione: Arlotti interroga il ministro Galletti

RiminiToday è in caricamento