Nadia Rossi al presidio dei lavoratori Mr. Job davanti alla stazione ferroviaria

Una decina i dipendenti riminesi a cui non è garantito il pagamento degli stipendi arretrati e della tredicesima

Nadia Rossi, candidata Pd alle prossime elezioni regionali del 26 gennaio 2020, questa mattina era al presidio organizzato davanti alla stazione ferroviaria di Rimini dai lavoratori della cooperativa Mr. Job S.r.l., i quali si occupano della pulizia della stazione stessa e a cui non è garantito il pagamento dello stipendio e della tredicesima. Mr Job è una delle principali cooperative di logistica e facchinaggio in Italia e che occupa circa 1.030 lavoratori in Emilia-Romagna. La cooperativa ha recentemente subito un crollo profondo che le ha impedito di garantire la propria continuità operativa. A Rimini i lavoratori colpiti da questa situazione sono una decina, ma la questione va oltre i numeri visto che si tratta di una società che è in crisi di liquidità e per questo non riesce più a garantire i servizi importanti per la pulizia e il decoro di uno degli spazi centrali della città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ho voluto esprimere solidarietà ai dipendenti e alle loro famiglie - ha commentato Nadia Rossi- è necessario sollecitare le istituzioni a tutti i livelli affinché prendano a cuore la situazione e fare in modo che vengano rispettati i pagamenti arretrati degli stipendi di ottobre e novembre. Inoltre l'appalto è di RFI (rete ferroviaria italiana), la stessa dovrebbe farsi immediatamente garante sia delle retribuzioni attuali, sia di quanto vantano i lavoratori dal precedente rapporto di lavoro con Confor Service, in virtù della responsabilità solidale negli appalti, al fine di non creare ulteriore disagio economico ai lavoratori, che da mesi non percepisco la retribuzione, costringendoli ad agire per via legale. Ritengo sia indispensabile trovare al più presto un accordo risolutivo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quota 100 contagiati nel Riminese: boom di tamponi

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovo dpcm, è un mini lockdown: ristoranti chiusi alle 18. Stop per cinema, palestre e teatri

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento