menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nevone, la Lega invoca impegno straordinario della Regione

Il capogruppo leghista Mauro Manfredini, in un’interrogazione, ricorda che la Provincia di Rimini ha stimato in 26 milioni e 909mila euro il danno provocato dall’abbondante imbiancata del 31 gennaio–12 febbraio del 2012

A distanza di oltre un anno dal ‘nevone’ che si è abbattuto nel febbraio 2012, il caso torna in Regione. Il capogruppo leghista Mauro Manfredini, in un’interrogazione, ricorda che la Provincia di Rimini ha stimato in 26 milioni e 909mila euro il danno provocato dall’abbondante imbiancata del 31 gennaio–12 febbraio del 2012 e chiede alla Regione di “stilare un bilancio di quanto fatto per provvedere all’emergenza” e per “compensare il mancato accesso al fondo di solidarietà dell'Unione Europea”.

“Quelle due settimane – ricorda Manfredini – hanno avuto ripercussioni pesantissime sulle casse delle amministrazioni locali”. Basti dire che la Comunità Montana Alta Valmarecchia  ha sostenuto spese aggiuntive di 1.997.258 euro” fa notare il capogruppo del Carroccio. “A un anno di distanza è il momento di fare il punto e di valutare aiuti straordinari. Ad oggi, infatti, il mancato stanziamento di fondi utili a sopperire i disastri delle eccezionali nevicate ha innescato un progressivo depauperamento del tessuto socio-produttivo”. Per Coldiretti i danni registrati a campi e strutture agricole arrivano a 40 milioni di euro e hanno provocato – complice la cronica difficoltà ad accedere ai parziali e limitati finanziamenti regionali – la chiusura di molte aziende”.  

“Siamo dalla parte degli imprenditori che stanno lottando per avere risposte dalle istituzioni. Risposte che mancano. E nel frattempo le aziende chiudono, aumenta la disoccupazione e i giovani lasciano i nostri territori. Le amministrazioni territoriali ad oggi hanno provveduto in minima parte a compensare i danni e faticano a chiudere i bilanci per l’ingente e inattesa spesa della neve” spiega Paolo Ricci consigliere provinciale di Rimini e vicesindaco di Sant’Agata Feltria, “comune che ha speso 250mila euro per lo sgombero della neve, ricevendo finanziamenti per soli 80 mila euro” spiega.

“Se Unione Europea e Stato si defilano dev’essere la Regione a porre rimedio a questa situazione. Lo stesso Errani nelle sue visite in Romagna lo ha promesso. Gli chiediamo di mantenere fede alla parola data”. La Lega Nord in Provincia (capogruppo Giancarlo Diotallevi) ha recentemente presentato un ordine del giorno, approvato (con leggere modifiche) all’unanimità, per “chiedere risorse fresche e interventi immediati”. Presto approderà in consiglio provinciale, “a dimostrazione di quanto il problema del ‘nevone’ sia sentito e condiviso tra tutte le forze politiche” rimarca Ricci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Sicurezza

Odore di fumo in casa, 5 trucchi per eliminarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento