Giovedì, 24 Giugno 2021
Politica

Pensione a rischio slittamento per i donatori di sangue, approvato ordine del giorno alla Camera

Lo stesso Arlotti, una decina di giorni fa, aveva presentato un'interrogazione sulla questione, segnalando gli effetti potenzialmente dirompenti di una norma contenuta nella riforma Fornero

Nell'ambito dell'approvazione alla Camera del disegno di legge sulla razionalizzazione nelle pubbliche amministrazioni è stato accolto dal Governo l'ordine del giorno sottoscritto, fra gli altri, dal deputato PD riminese Tiziano Arlotti sul rischio di slittamento della pensione di anzianità per i donatori di sangue. Lo stesso Arlotti, una decina di giorni fa, aveva presentato un'interrogazione sulla questione, segnalando gli effetti potenzialmente dirompenti di una norma contenuta nella riforma Fornero.

I donatori di sangue infatti (nella sola provincia di Rimini sono 12mila i soci Avis) sarebbero costretti ad allungare la propria permanenza sul posto di lavoro per un numero di giorni pari ai permessi ottenuti per le donazioni, e lo stesso rischio si estenderebbe anche ai lavoratori che hanno usufruito dei permessi previsti dalla legge 104 per l’assistenza ai parenti disabili.

"L'ordine del giorno approvato alla Camera impegna il Governo ad adottare provvedimenti per rivedere la normativa sul calcolo del trattamento pensionistico per le pensioni anticipate - spiega il deputato -, includendo nella cosiddetta milleproroghe anche i congedi per donazione di sangue e i permessi concessi ai sensi della legge 104. Accogliamo con soddisfazione l'impegno a eliminare un'anomalia che causerebbe grande ingiustizia sociale e colpirebbe persone che compiono un atto di alto valore morale e solidale, e che colmano a volte l’assenza di servizi pubblici”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pensione a rischio slittamento per i donatori di sangue, approvato ordine del giorno alla Camera

RiminiToday è in caricamento