menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Smontato il baraccone di Radio DeeJay non c'è traccia degli eventi promessi dalla Tosi"

Il Pd di Riccione innesca la polemica sulle promesse non mantenute da parte del primo cittadino della Perla Verde

E' il Pd di Riccione a gettare benzina sul fuoco e, mentre la stagione estiva caratterizzata dal post-pandemia va archiviandosi, i dem della Perla Verde iniziano ad elencare le promesse che non sarebbero state mantenute dal sindaco Renata Tosi. "Nel periodo di fine lockdown - accusa la segreteria riccionese del Pd - il primo cittadino sbandierò ai quattro venti l’intenzione di prevedere nei mesi di settembre e ottobre una serie di eventi che avrebbero permesso, seppur parzialmente, di recuperare parte delle perdite di presenze avutesi all’inizio della stagione turistica. Ad oggi, smontato e partito il carrozzone di Radio DeeJay, non rimane traccia di alcunché in città; a Riccione la stagione sembra già terminata".

"L’unico evento di rilievo - rimarcano i dem - sarà la duplice tappa del Motomondiale, che per le limitazioni relative al numero di spettatori, quest’anno purtroppo non genereranno un indotto di rilievo. Altri eventi minori, soprattutto di intrattenimento, sono quelli organizzati da qualche comitato turistico di quartiere; tutto ciò mentre il Presidente della Palariccione Spa preannuncia un autunno in rosso per quanto riguarda il settore congressuale. Il quadro è fosco quanto gli annunci sempre puntuali. Ci piacerebbe sapere poi cosa segue ai proclami. Cosa bolle in pentola? Cosa si è fatto di concreto per organizzare qualche evento di rilievo che attiri un po' di turisti nei week end dei mesi di settembre e ottobre? Siamo consapevoli che con l’apertura delle scuole non sarà possibile andare oltre a offerte concentrate nei week end ma pare che nemmeno di quelle vi sia traccia, al contrario di ciò che era stato annunciato in primavera".

"Siamo in presenza - conclude il Pd - di una mancanza di capacità evidente da parte dell’amministrazione comunale di fare un salto di qualità nel pensiero e nella capacità di proposta programmatica, su tutti i fronti. Siamo in presenza di una gestione ordinaria su ogni versante, spesso e (mal)volentieri fatta anche male. Quando invece occorrerebbe, soprattutto in questa fase economica e sociale, la capacità di mettere in campo una visione del futuro della città dei prossimi venti anni. La vicenda Covid va trasformata da emergenza a opportunità, ma per farlo occorre avere al timone di comando persone che abbiano la capacità di vedere l’orizzonte in lontananza e di pensare con uno sguardo lontano e non solo proiettato al contingente". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Rimini è pronta a sbocciare con ventimila fiori, tra natura e bellezza

Sicurezza

Aceto per le pulizie di casa? Ecco come usarlo

Attualità

Ciclismo, il "Giro di Romagna per Dante Alighieri" fa tappa nel riminese

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento