Eolico offshore, il Governo ricosce la necessità di semplificare

Lo afferma il ministro per gli Affari regionali e autonomie Maria Carmela Lanzetta, che risponde all'interrogazione presentata alla Presidenza del consiglio dei ministri dal deputato Pd riminese Tiziano Arlotti

Anche la Conferenza unificata che riunisce i ministeri dello Sviluppo economico, dell'Ambiente e dei Beni culturali riconosce la necessità di semplificare le norme che regolano l'eolico offshore. Lo afferma il ministro per gli Affari regionali e autonomie Maria Carmela Lanzetta, che risponde all'interrogazione presentata alla Presidenza del consiglio dei ministri dal deputato Pd riminese Tiziano Arlotti. Arlotti, che aveva interrogato anche il ministero dell'Ambiente, aveva evidenziato - raccogliendo i rilievi di alcune Regioni ed enti locali come la Provincia di Rimini - come l’Italia stia rimanendo fuori dallo sviluppo dell’eolico anche a causa delle questioni amministrative legate all’iter di approvazione dei progetti, con iter di rilascio della valutazione di impatto ambientale che arrivano a durare tre o quattro anni e che fanno sì che ad oggi non risulti realizzato un solo parco eolico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La Conferenza unificata ha sottoposto ai ministeri interessati la necessità di un intervento normativo di razionalizzazione e ulteriore semplificazione - riferisce Arlotti -. L'obiettivo è superare le criticità che rallentano i procedimenti di autorizzazione, costruzione ed esercizio degli impianti alimentati da fonti rinnovabili". "E' stato chiesto al coordinamento interregionale di valutare l'opportunità di avviare il confronto istituzionale sui temi sollevati - continua il deputato -. La risposta conferma la situazione di stallo e condivide le preoccupazioni espresse nell'interrogazione, per cui nelle prossime settimane, se di dovesse protrarre l'inadempienza, provvederò a risollecitare ulteriormente il Governo a procedere con urgenza su un tema così importante per il nostro territorio, dove la provincia di Rimini ha avviato da tempo una sperimentazione per valutare la fattibilità economica ed ambientale di un parco eolico offshore".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Continuano a crescere i nuovi positivi, Rimini tra le province peggiori in regione

  • Dipendente positivo al coronavirus, il pub chiude per fare i tamponi a tutto il personale

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

  • Aeroporto, nuovo volo al Fellini con partenza da dicembre

  • Test sierologico gratuito, ecco le farmacie della provincia di Rimini che aderiscono

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento