rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
social

Digitale terrestre, ecco cosa cambia il 20 ottobre

È arrivato il giorno dello switch off. Senza una tv di ultima generazione o apposito decoder non si potranno vedere i nuovi canali Rai e Mediaset

Il 20 ottobre è il giorno in cui arriva il nuovo digitale terrestre. Si tratta di una sorta di "rivoluzione" per la tv, infatti molti canali passeranno a mpeg4 e non sarà più possibile riceverli se non si dispone di una tv di ultima generazione o di apposito decoder.

Chi non ha né l'uno né non potrà ricevere i nove canali Rai e Mediaset che saranno in alta definizione tra pochi giorni. Una transazione che non riguarderà tutti i canali perché le direttive ministeriali danno alle emittenti la facoltà di scegliere se e per quali canali iniziare a trasmettere in mpeg4 a partire dalla metà di ottobre.

Bonus Tv da 100 euro: come funziona e come richiederlo

Quali canali effettueranno il passaggio

Non saranno più visibili i canali Rai che trasmetto in mpeg4: Rai 4, Rai 5, Rai Movie, Rai Yoyo, Rai sport + HD, Rai Storia, Rai Gulp, Rai Premium e Rai Scuola. 

Per quanto riguarda i canali Mediaset invece a non essere più visibili coi vecchi dispositivi saranno TgCom24, Mediaset Italia 2, Boing Plus, Radio 105, R101 TV e Virgin Radio TV che dal 20 ottobre trasmettono in mpeg4.
Continueranno, invece, ad essere visibili i canali Mediaset che continuano le trasmissioni in mpeg2 (come avviene ora), ovvero Canale 5, Italia 1, Rete 4;

Mpeg4: come scoprire se la tv è compatibile

Come si fa a capire se la propria Tv sarà in grado di ricevere il segnale oppure no? 
È sufficiente sintonizzarsi su quei canali che già trasmettono in HD come ad esempio Rai 1 HD sul 501, Canale 5 HD sul 505, o La7 HD sul 507.

Se anche uno di questi canali è visibile correttamente dalla nostra Tv significa che l’apparecchio durante il passaggio alle nuove frequenze non darà problemi. Il 20 ottobre, però, potrebbe essere necessario solo risintonizzare i canali. 

In questo momento, non è necessario eseguire il test dei canali 100 e 200: se anche sintonizzandosi su questi due canali non si visualizza la scritta "Test HEVC Main10", si riusciranno comunque a vedere i canali che passano alla codifica mpeg4 in questa prima fase. 

Bisogna tener conto che, in generale, i televisori più vecchi del 2010 hanno altissime probabilità di non vedere più questi canali.

Quali sono le tappe dopo il 20 ottobre 2021

In realtà dal 20 ottobre la "rivoluzione" del digitale terrestre non si compie del tutto, infatti è solo la prima delle altre tappe che porteranno al completamento del passaggio ai nuovi canali televisivi.

La seconda tappa è prevista per il gennaio 2023, quando avverrà il cambiamento del sistema Dvb-t che viene sostituito dal Dvb-t2. I vecchi canali saranno spenti e si passerà interamente ai canali mpeg4, un passaggio questo che potrebbe far risultare incompatibili anche alcuni dei televisori che continueranno a funzionare regolarmente dopo il 20 ottobre 2021.

Pertanto chi vorrà continuare a ricevere i canali Tv dovrà necessariamente cambiare televisione o acquistare un decoder. L'obiettivo principale è, infatti, quello di liberare la cosiddetta "banda 700" che è quella con le frequenze che verranno utilizzate per far partire la connessione 5G.

La guida ai migliori decoder


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Digitale terrestre, ecco cosa cambia il 20 ottobre

RiminiToday è in caricamento