Baseball serie B, il Belvedere chiude la stagione con un pari

Per il futuro si dovrà attendere che l’autunno dipani alcune questioni insolute sull’uso del diamante di Riccione

Il Belvedere onora al meglio l’ultima uscita della stagione 2018 con un pari sul difficile diamante di Lastra a Signa. Che la stagione sia conclusa definitivamente non è ancora certo, perché rimane in bilico una retrocessione e i riccionesi potrebbero essere chiamati a recuperare l’incontro di Fano rinviato per pioggia ad inizio settembre, tutto dipende dall’esito dei recuperi precedenti. In “garauno” i Lancers hanno rivissuto l’incubo del girone di andata, ancora una volta in vantaggio, ancora una volta rimontati e battuti di un punto, proprio come successo a inizio giugno sul diamante riccionese, anche se questa volta i romagnoli hanno completato la rimonta prima delle battute finali per poi difendere con i denti il risicato vantaggio. Decisive le eccellenti prove dei lanciatori biancazzurri, prima il giovane Tomassoni (6 rl, 3 bvc, 1 bb, 8 so, 2 pgl, vincente), poi una splendida salvezza per il “veterano” Biondi (3 rl, 4 bvc, 0 bb, 2 so, 0 pgl).

Belvedere ottimo anche in difesa (un solo errore), per cui sono bastate tre segnature ad aggiudicarsi la partita. I Lancers erano partiti colpendo duro Tomassoni (due singoli, un doppio, 2-0), poi il pitcher ospite ha preso le misure lasciando gli avversari senza valide nelle cinque riprese successive. Intanto Riccione ha costruito la paziente rimonta: svantaggio dimezzato al terzo inning (1-2, valide di Signorotti e Luca Gabrielli), annullato al quarto inning (2-2, doppio di Canini, singoli di Angelini e Paolo Gabrielli e sorpasso al quinto (3-2, singolo di Canini). A dire il vero il Belvedere avrebbe potuto costruire un vantaggio più ampio, ma il minimo scarto è stato reso sufficiente dalla bella chiusura di Biondi.

In “garadue” c’è spazio per qualche esperimento (vista anche l’assenza eccellente dell’interno Rossi) e fa il suo esordio nella serie cadetta e con la maglia riccionese, direttamente dai Falcons, Lucio Giovannini, classe 2002 con un bagaglio importante di scudetti giovanili e sotto l’occhio attento del padre Eros, per molti anni colonna del baseball romagnolo, con Riccione in svariate stagioni. La partita è, però, complicata fin dall’inizio, perché Aiello non è nelle sue giornate migliori (4.1 rl, 10 bvc, 2 bb, 3 so, 4 pgl) e non lo aiuta nemmeno la difesa (7 errori alla fine). Frittata quasi fatta, perché alla fine del quinto inning è già 7-0 per i Lancers, ma i riccionesi si tolgono lo sfizio di “terrorizzare” l’avversario con lo spettro dell’ennesima rimonta: nella sesta ripresa ben sei punti: dopo un homer di Canini da due punti (7-2) arrivano altre cinque valide consecutive (singoli di Lucena, Angelini e Beltramini, doppio a basi piene di Paolo Gabrielli per il 7-4 e singolo di Signorotti per il 7-6). I Lancers vogliono evitare la quarta beffa in altrettante partite e rispondono segnando l’8-6 sul rilievo Chiaruzzi.

All’ottavo il Belvedere si rifà sotto (doppio di Beltramini e singolo di Paolo Gabrielli per l’8-7), ma con uomo in zona punto e un out non riesce a pareggiare. Nella stessa ripresa i Lancers scavano il solco decisivo, 3 punti di cui due prodotti dal triplo di Araujo, per l’11-7 che sarà il risultato finale. La giornata è servita anche per limare le statistiche finali della stagione, ne ha approfittato soprattutto uno scatenato Canini (6/10 con fuoricampo e doppio), bene anche Paolo Gabrielli (3/7 con doppio e 4 pbc) e Signorotti (3/5).
Ora le due squadre hanno lo stesso numero di sconfitte (14), Riccione è sopra negli scontri diretti ma ha giocato una partita in meno, quindi il terzo posto (di puro valore formale) è al momento dei Lancers, ma passerebbe al Belvedere in caso disputasse e vincesse il recupero con il Fano. Altrimenti la stagione va in archivio, per il futuro si dovrà attendere che l’autunno dipani alcune questioni insolute sull’uso del diamante di Riccione. Promossi in A2 Longbridge Bologna e Yankees San Giovanni in Persiceto, retrocede in C l’Ancona, la seconda retrocessione sarà decisa dai recuperi.
 
Risultati ultima giornata 
Longbridge-Chieti 11-5 e 13-3 (7°)
Lancers-Riccione 2-3 e 11-7
Ancona-Rimini 11-21, sospesa
Porto Sant’Elpido-Cupramontana 0-5 e 6-4
Fano-Yankees SGP 16-4 (7°) e 11-12

Classifica: Longbridge Bologna (27-8) 771, Yankees San Giovanni in Persiceto (26-10) 722, Lancers Lastra a Signa (22-14) 611, Belvedere Riccione (21-14) 600, Junior Rimini (18-16) 529, Porto Sant’Elpidio (16-19) 457, Cupramontana (13-20) 394, Fano (11-22) 333, Chieti (11-24) 314, Ancona (8-26) 235.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiara Ferragni stringe un accordo con gruppo di moda romagnolo: "I primi a credere in me dieci anni fa"

  • Alessandro Andreini la combina grossa e viene espulso dal Collegio

  • Arrestato con l'accusa di aver abusato delle due cugine dodicenni, una rimane incinta

  • Una nevicata e oltre 400mila luci per lo show di Riccione Christmas Star con la musica di Ralf

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Muore nella culla a 4 mesi, si indaga per scoprire le cause del decesso

Torna su
RiminiToday è in caricamento