menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Basket serie B: la Riviera Banca batte Faenza e fa suo un derby molto tirato

Il derby è della Riviera Banca, che ha piegato la Rekico, tornata in campo dopo un mese di stop forzato, col punteggio di 76 a 66

Esulta Rimini al cospetto di una buona Faenza. Il derby è della Riviera Banca, che ha piegato la Rekico, tornata in campo dopo un mese di stop forzato, col punteggio di 76 a 66. La squadra di coach Massimo Bernardi parte subito forte e piazza un parziale di 13-2, ma la risposta dei manfredi è immediata ed in un amen colmano il gap fino al 14-16, sbagliando anche i liberi del pareggio. La RivieraBanca resta sorpresa dal gioco faentino ed infatti vede tutti i tentativi di fuga andare in fumo.

Prima dell’intervallo è l’ex di turno Fumagalli a propiziare il break di 13-2 che vale il 31-18 ridotto a 33-24 all’intervallo; poi è Crow a spingere i suoi sul 41-28, ma in poche azioni la Rekico ricuce fino al 38-44. Ad annullare l'ennesimo allungo dei biancorosso è Testa con due triple consecutive che valgono il 56 a 50. Il match continua ad essere avvincente fino all’ultimo con Petrucci che a 1’10’’ dalla fine segna tre liberi per il 62-71. I giochi li chiude Moffa dalla lunetta sul 73-62 anche se l’agonismo non manca fino all’ultimo.

"E' molto importante questa vittoria, ci dà una spinta verso un sogno - afferma Bernardi -. Abbiamo messo a posto anche la differenza canestri, sono molto contento della partita fatta: abbiamo messo quattro giocatori in doppia cifra pur avendo segnato 'solo' 76 punti, la difesa ha funzionato anche se non sempre a livello della partita contro Omegna. A loro mancavano tre giocatori, a noi due 'e mezzo': Rossi è molto importante per noi adesso, Mladenov ci dà talento e Bedetti deve convivere col fastidio al piede e non è al 100%. C'erano tante complicazioni mentali in questa partita: Faenza ha cominciato sfidandoci al tiro e lasciando tantissimo spazio, lì forse abbiamo perso un po' del nostro ritmo, però sono molto contento perchè abbiamo margini di miglioramento in difesa ed in attacco. E' giusto che noi ancora ci rimbocchiamo le maniche e lavoriamo per cercare di fare una squadra quasi perfetta in linea con la partita contro Omegna: in quel caso la squadra si è espressa ad altissimi livelli anche come continuità nel gioco durante i 40'".

"Questa - ha proseguito - era una partita un po' diversa perchè loro ci hanno sfidato lasciandoci dei tiri con i piedi per terra e questa è una complicazione a livello mentale dove devi andare sopra gli avversari, aggredendo in attacco senza pensare. Bisognava continuare a tirare da tre punti però con fiducia e le nostre percentuali migliori e dovevamo avere un più valido gioco in post basso, ma anche questo non era facile perchè loro si chiudevano dentro l'area su Rinaldi e Broglia con 4-5 giocatori: bisogna dare merito agli avversari che nonostante l'assenza di 3 giocatori sono molto forti, degli ottimi tiratori come Petrucci e Testa, giovani e con atletismo. Se non hai fiducia al 1000% come dovremo avere nei momenti decisivi della stagione, così sarà e di questo sono certo, allora vai un po' fuori ritmo: i ragazzi sono stati molto bravi, hanno interpretato bene la partita e fatto tutto quello che abbiamo chiesto loro. Abbiamo portato a casa una vittoria molto importante che ci mette a posto anche nella differenza canestri, complimenti a tutti".

Il derby contro Imola chiuderà il girone A1 e servirà per consolidare la posizione in classifica e la crescita della squadra: "La crescita di squadra c'è, spero di avere la squadra al completo per poter lavorare al più presto perchè abbiamo bisogno dell'energia di Rossi soprattutto per la fase difensiva, ma anche in campo aperto perchè è un giocatore in grandissima crescita e sta lavorando benissimo, ed abbiamo bisogno anche dell'atletismo e talento di Mladenov: spero di avere presto tutti i giocatori disponibili. Sicuramente ci godiamo questo momento e lavoreremo come facciamo sempre in settimana: ci faremo trovare pronti per la partita di domenica prossima che sarà molto difficile con avversari differenti da questi, ma molto esperti e bravi".

RivieraBanca Rimini 76 Rekico Faenza 66 (18-14; 33-24; 56-44)

RIMINI: Simoncelli 15, Crow 21, Moffa 9, Rivali 10, Bedetti 7, Rinaldi 1, Broglia 3, Semprini ne, Alviti ne, Riva ne, Fumagalli 10, Ambrosin. All.: Bernardi
FAENZA: Testa 11, Rubbini 9, Marabini, Calabrese, Ballabio 23, Ly-Lee 2, Iattoni 10, Cortecchia ne, Solaroli 2, Ragazzini ne, Bartolini ne, Petrucci 9. All.: Baccarini
ARBITRI: Roca e Guarino

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento