Sfida in California per Marco Sartori, pronto per gareggiare al campionato mondiale Spartan race

Lo sportivo è stato ricevuto a Palazzo Mancini. L'assessore Olivieri: "Siamo di fronte ad un altro concittadino che porta alto il nome di Cattolica con le sue imprese sportive"

L’Assessore allo Sport Nicoletta Olivieri ha incontrato lunedì mattina in Comune Marco Sartori Magnani, lo sportivo e personal trainer cattolichino, specializzato in allenamento funzionale, che il prossimo 29 settembre gareggerà al Campionato Mondiale “Spartan Race” che si svolgerà a Lake Tahoe in California. Spartan è il leader mondiale delle corse ad ostacoli e propone diverse tipologie di gara. Marco parteciperà alla cosiddetta “Beast”: la sfida più tosta. Tra le gare, infatti, è la più lunga e la più difficile da affrontare. Il circuito si svolge su un’estensione di almeno 21 km durante i quali si incontreranno non meno di 30 ostacoli, come scavalcamento muri, trasporti, arrampicamento corde, prove di equilibrio, lancio del giavellotto, passaggi sotto fili spinati, che renderanno molto faticoso l’arrivo alla Finish Line.

L’incontro a Palazzo Mancini è stato occasione per presentare la maglia, una è stata donata all’Assessore Olivieri, con cui Marco gareggerà e per augurargli il meglio. “Non possiamo che fare un grosso in bocca al lupo a Marco - dice l’Assessore allo Sport Nicoletta Olivieri – e siamo orgogliosi ed entusiasti per quanto sta facendo. Siamo di fronte ad un altro concittadino che porta alto nel Mondo il nome di Cattolica con le sue imprese sportive. Gli auguro di concludere con successo questa nuova sfida”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Ancora non mi sembra vero, il 29 settembre – spiega Marco - sarò sulla linea di partenza del mio primo Campionato Mondiale. So che per qualcuno questo non significa molto, ma per me è qualcosa di straordinario, un sogno che si realizza che va oltre a medaglie e risultati. Un pensiero prima di affrontare questa gara andrà sicuramente a Daniele De Michele, per gli amici Ruben, un caro amico della squadra, compagno di battaglie, recentemente scomparso”. Sartori ha iniziato a praticare questo tipo di sfide nell’aprile del 2016 con la sua prima Spartan Race a Orte, per poi trasferirla nel suo lavoro come preparatore atletico con le persone scelgono di farsi seguire da lui. “Non sono un atleta professionista – continua Marco - ma metto comunque anima e corpo in ogni gara per cercare di ottenere il meglio da me stesso. I miei allenamenti sfruttano anche il nostro territorio che offre diverse opportunità, come il San Bartolo dove, grazie ai suoi sentieri, tra salite e discese, posso prepararmi al meglio per questo genere di sport. Lo stesso avviene al Parco della Pace o sulla sabbia in riva al nostro mare, alla foce del Conca. Desidero ringraziare, infine, i miei famigliari, la mia ragazza per la pazienza, gli amici, e compagni di squadra del MoLab Kaizen Team Cattolica-Rimini, gli sponsor che mi supportano e l’Amministrazione che mi sta incoraggiando nel compiere queste imprese”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il suo cuore si spegne davanti agli occhi degli amici: muore a 22 anni

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

  • Coronavirus, i contagi tornano a salire: 12 nuovi casi

  • Ecco la nuova spiaggia di Rimini: 18 metri quadri a ombrellone, apertura fino alle 22 e ok al delivery

  • Colpo al traffico di "bianca": arrestato pusher con più di 300 grammi di cocaina

Torna su
RiminiToday è in caricamento