Il Rimini cede al Sansepolcro: ora testa alla Poule Scudetto

Nonostante il successo il Sansepolcro dice addio alla Serie D, per il Rimini domenica sarà poule scudetto.

Il Rimini, già promosso in Serie C con 3 giornate di anticipo, chiude la stagione regolare con una sconfitta indolore al “Buitoni” di Sansepolcro. Mister Righetti disegna un 3-5-2 schierando Romagnoli, Vesi e Mazzavillani sulla linea difensiva, Montanari, Capellupo e Valeriani al centro della mediana con D’Addario e Pasquini sulle corsie e il tandem Ambrosini-Traini in attacco. Dopo due giri di lancette Mencagli ci prova da posizione ravvicinata chiamando Rapisarda alla respinta. Al 10′ Mencagli appoggia per capitan Catacchini, l’ex riminese entra in area e conclude centrando il palo alla destra di Rapisarda. Al 16′ D’Addario mette al centro dalla destra per Traini, l’incornata dell’ariete biancorosso è preda del portiere. Al 29′ Mattia ci prova dalla distanza, Rapisarda blocca in due tempi. Quattro giri di lancette più tardi Pasqualini lancia in profondità Mencagli che controlla e conclude, bella risposta di Rapisarda che salva la propria porta. Al minuto 41 il Sansepolcro passa. Catacchini serve ottimamente Alagia che entra in area e con un bel diagonale sul secondo palo non lascia scampo all’estremo difensore biancorosso. Al 45′ Ambrosini mette al centro dal fondo, il colpo di testa di Valeriani viene bloccato dal portiere. Dopo un minuto di recupero si va al riposo con i bianconeri toscani avanti 1-0. Dopo 8′ dalla ripresa delle ostilità Ambrosini ci prova su calcio piazzato dalla lunga distanza, palla alta sopra la traversa. Al 10′ Mencagli riceve palla dalla destra e conclude, Rapisarda è reattivo e chiude la saracinesca. Al 15′ il neo-entrato Guiebre appoggia per Valeriani che lascia partire una gran conclusione dai 25 metri, il pallone termina alto di un soffio. Al 19′, sugli sviluppi di un corner, la palla arriva sui piedi di Mattia che lascia partire un sinistro insidioso che costringe Rapisarda al grande intervento. Quattro minuti più tardi i bianconeri raddoppiano. Pasqualini si invola sulla destra e lascia partire un diagonale a incrociare che si stampa sul palo, la sfera carambola sull’accorrente Mencagli che da mezzo metro insacca. Al 41′ il Sansepolcro riesce addirittura a calare il tris con Dida che raccoglie un cross dalla destra di Malentacchi e con un preciso destro batte Rapisarda. Al secondo di recupero i biancorossi accorciano le distanze con Valeriani che, servito da Cicarevic, non sbaglia. E’ l’ultimo sussulto del match. Nonostante il successo il Sansepolcro dice addio alla Serie D, per il Rimini domenica sarà poule scudetto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cachi: il frutto che aiuta a combattere la stanchezza

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

Torna su
RiminiToday è in caricamento