Domenica, 19 Settembre 2021
Sport

Il Rimini cerca l'impresa ad Agliana senza Vuthaj, Mastronicola: "Il primo obiettivo è non subire gol"

"Si parte da 0-0, da una partita che può eventualmente durare 120 minuti, e dobbiamo essere consapevoli di potercela giocare"

Dopo le rivedibili prestazioni contro Ghivizzano e Cattolica, il Rimini è pronto a giocarsi i playoff. Mercoledì pomeriggio alle 16 i biancorossi saranno ospiti della formazione che è stata in testa alla classifica dalla prima alla trentaduesima giornata di campionato, l'Aglianese. Inutile sottolineare la caratura dell'avversario, che puntava alla Serie C diretta, ma ha chiuso al secondo posto, dietro al promosso Fiorenzuola. Oltre ai soliti infortunati, non partiranno per Agliana gli squalificati Vuthaj, Pari e Simoncelli.

Alla vigilia, Mastronicola esordisce con equilibrio e rispetto per l'avversario: "Le difficoltà saranno enormi, perché il percorso che hanno fatto da loro è completamente diverso dal nostro. Si parte da 0-0, da una partita che può eventualmente durare 120 minuti, e dobbiamo essere consapevoli di potercela giocare".

L'ultimo match tra Aglianese e Rimini ad Agliano, a marzo, finì 1-1. Essendo i romagnoli costretti a vincere per passare il turno, le motivazioni non potranno mancare: "Dobbiamo avere stimoli e andarli a cercare. Se non li abbiamo, basta guardare i giocatori avversari, che sono stati più bravi di noi, ma in una partita singola possiamo essere come loro. Abbiamo dimostrato di poter competere con loro in campionato in una partita singola".

Due giocatori si tolgono dalla lista degli infortunati: "Abbiamo recuperato, chiaramente non al 100%, Boubacarr e Pupeschi. Posso contare su di loro, l'infortunio è alle spalle, però si fa sentire". Chi il terzo davanti con Ambrosini e Arlotti? "Potrebbe essere Pecci, o Battisti" svela Mastronicola.

L'assenza di Vuthaj potrebbe spingere l'allenatore a cambiare qualcosa: "In due giorni abbiamo provato un'altra sistemazione anche in base alle squalifiche, di Pari, Vuthaj e Simoncelli". Dietro le due punte, non giocherà Battisti: "Preferisco Arlotti, quello più mobile e che tocca più palloni".

Ad Agliana il Rimini dovrà tenere la partita sempre viva, e per farlo l'allenatore ha le idee chiare: "Il primo obiettivo è non subire gol, poi nell'arco di 120' abbiamo dei giocatori che su calcio piazzato, su un'azione singola o un'azione caparbia possono risolvere la partita a nostro favore".

Quest'anno per le trasferte toscane la squadra è sempre partita il giorno prima. Per la gara di playoff ad Agliana, la partenza è fissata per il giorno stesso: "Mi è stato comunicato così - dichiara Mastronicola - e così si fa. Abbiamo valutato insieme tutti i pro e i contro. Di contro non ne vedo, sono partito tante volte con tre ore di viaggio. Andrei in ritiro anche quando gioco in casa. Secondo me una gara non si vince o si perde perché si va in ritiro il giorno prima, ma con gli allenamenti".

Ultima annotazione su Casolla, che non dovrebbe giocare nemmeno mercoledì pomeriggio: "Fresco? Bisogna vedere sempre come ci si allena durante la settimana. Col Ghivizzano ha giocato 90', col Cattolica ho ritenuto opportuno non portarlo neanche in panchina. Gli allenamenti parlano chiaro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Rimini cerca l'impresa ad Agliana senza Vuthaj, Mastronicola: "Il primo obiettivo è non subire gol"

RiminiToday è in caricamento