rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Sport

Baseball, per la terza volta consecutiva Bologna e Rimini si giocano lo scudetto

In casa neroarancio c’è ovviamente grande entusiasmo per aver ottenuto la netta vittoria nel derby di semifinale contro San Marino che è valsa la qualificazione alla quinta Finale per il Titolo consecutiva

Ci risiamo. Da questo fine settimana scatteranno le Italian Baseball Series 2016 per la terza volta consecutiva tra Bologna e Rimini. Nel 2014 l’UnipolSai conquistò il Titolo dopo aver vinto gara7, mentre nella passata stagione i Pirati hanno sfatato il tabù Scudetto (12esimo in bacheca) che durava da ben 9 anni surclassando i biancoblù con un netto 4-0. Durante la regular season la formazione bolognese si è imposta 5 volte su 6 contro i neroarancio chiudendo al primo posto solitario in classifica primeggiando praticamente in tutte le statistiche di squadra. Nelle due semifinali playoff appena concluse lo scorso Mercoledì le due compagini hanno superato le due dirette avversarie Nettuno e San Marino col medesimo punteggio di 4-1. 

L’UnipolSai del manager Frignani che parte col favore del pronostico e del fattore campo si affiderà in gara1 con ogni probabilità all’americano Zielinski (0v 1p Pgl 1.80) anche se non sono escluse sorprese dell’ultimo minuto visto che Rivero (1v 0p 7.0ip) e l’australiano Searle (1v 0p Pgl 1.00) possono tranquillamente essere utilizzati da starter. In gara2 il propabile partente sarà Panerati (Pgl 2.79 in 9.2ip) con De Santis, Crepaldi e Pizziconi pronti a subentrare dal bullpen. Il roster della squadra fortitudina non è profondo come quello dei Pirati, ma ha senza dubbio grande qualità. L’unico vero dubbio di formazione per lo staff tecnico biancoblù riguarda le condizioni fisiche del fuoriclasse ex MLB Cedeno (1/8 nel box) che nella serie di semifinale è stato utilizzato solo in tre partite.

Se sarà disponibile giocherà all’interbase con Infante (.111) in terza, Vaglio (.188) in seconda e l’ex Parma Sambucci (.250) in prima. Gli esterni saranno a destra il Capitano Liverziani (.300), al centro Ambrosino (.214), mentre a sinistra Grimaudo (.188) e Russo (.182) sono le due possibili opzioni. Dietro al piatto si alterneranno Sabbatani (.143) e Marval (.316) con quest’ultimo che verrà utilizzato anche da battitore designato. Da tenere in considerazione anche il jolly difensivo Fuzzi che in questa post season ha avuto un buonissimo rendimento nel box di battuta (.308 in 5 presenze).

In casa neroarancio c’è ovviamente grande entusiasmo per aver ottenuto la netta vittoria nel derby di semifinale contro San Marino che è valsa la qualificazione alla quinta Finale per il Titolo consecutiva. Il manager dei Pirati Munoz quasi sicuramente utilizzerà il mancino Hernandez (1v 0p Pgl 1.74) come partente nella prima sfida, mentre in gara2 (riservata ai pitcher ASI) sarà Richetti (2v 0p Pgl 1.50) lo starter designato. Il roster ampio consente allo staff tecnico riminese di variare l’assetto difensivo durante le partite come avvenuto nella serie di semifinale. Dietro al piatto di casa base si alterneranno Bertagnon e Camargo, agli esterni Retrosi a sinistra, Desimoni al centro e uno fra Caradonna e l’ultimo arrivato Celli che ha colpito il primo homer in carriera nel massimo campionato (prima valida assoluta in IBL). Il diamante vedrà Mayora a difendere il sacchetto di prima, uno fra Zappone e Babini in seconda, Di Fabio in terza, mentre l’interbase sarà Flores. Il battitore designato sarà il veterano Ramos alla sua ottava Finale Scudetto in carriera. Un aspetto determinante per i Pirati sarà la prestazione collettiva in difesa dove gli uomini di Munoz dovranno commettere pochissimi errori (7 di Rimini contro i 3 di Bologna in semifinale) per non regalare troppe opportunità offensive all’UnipolSai che finora si è sempre dimostrata cinica e spietata.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Baseball, per la terza volta consecutiva Bologna e Rimini si giocano lo scudetto

RiminiToday è in caricamento