Sport

Superbike, terza caduta per Pirro: "Non è da me". Rinaldi: "Che peccato"

Gara 1 a Misano per Michael Rinaldi e Michele Pirro è finita per entrambi con una caduta

Piove sul bagnato in casa Ducati Barni Racing. Gara 1 a Misano per Michael Rinaldi e Michele Pirro è finita per entrambi con una caduta. In condizioni molto difficili, con pioggia intermittente e scrosci torrenziali, Pirro è andato largo nel corso del secondo giro ma è stato in grado di recuperare velocemente l’ottava posizione. All'ottavo giro, alla curva 12, ha perso il posteriore ed è finito a terra.

"La cosa che mi dispiace di più è vedere Marco Barnabò non raccogliere i sacrifici che sono stati fatti in questi mesi per permettermi di essere qui - afferma Pirro -. C'è poco da dire, chiedo scusa al team, cadere tre volte in due giorni non è da me, ma più che scusarmi e cercare di riprovarci domenica non posso fare. Non ci ha sorriso neanche la fortuna perchè non abbiamo avuto due turni uguali tra loro e fare una gara sul bagnato alla ceca era la cosa peggiore che potesse capitarci".

Rinaldi ha perso terreno all’inizio, ma con una lunga serie di sorpassi è risalito fino alla settima posizione, prima di perdere la moto alla curva 13. "Fino alla caduta è stata una gara positiva perchè era la mia prima volta sull'acqua con questa moto e ho imparato tanto - afferma il santarcangiolese -. La scivolata è stato un vero peccato perché stavo facendo dei buoni tempi ed ero in settima posizione. Sull’asciutto eravamo messi bene, sul bagnato ci siamo difesi, domenica speriamo di riprenderci quello che ci è stato tolto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Superbike, terza caduta per Pirro: "Non è da me". Rinaldi: "Che peccato"

RiminiToday è in caricamento