menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gelati, sorbetti alcolici, bignè e l'omaggio a Fellini: tutte le tendenze dolci dell'estate. Le foto

Sonia Balacchi, regina riminese della pasticceria, si ispira a Fellini e lancia una nuova golosità "beach food" per il Ferragosto

Arriva da Rimini - una città che “più estate di così non si può” - il dolce “street food” del Ferragosto 2019 della campionessa mondiale di pasticceria Sonia Balacchi. L’Osservatorio Sigep di IEG - Italian Exhibition Group annuncia puntuale le tendenze per la festa clou dell’estate, incontrando l’unica Pastry Chef chiamata a rappresentare l'Italia a New York, al Palazzo dell’ONU, per l'ItalianFoodFestival: “Ho scelto di chiamarlo Gradisca - spiega la Balacchi – evocando il mito di Fellini e della tradizionale festa che apre la stagione della Riviera con spiedini e tanta allegria.  E’ composto da tre bignè ripieni di cremoso gelato su croccante agli agrumi, gustabili su uno stecco, perfetto per la spiaggia e ispirato alle mie origini romagnole. Rappresenta il Ferragosto con i suoi colori brillanti e sapori autentici, la tradizione in una nuova veste”.  Gradisca garantisce la qualità biologica delle materie prime e sta andando a ruba anche nei cocktail party.

Le tendenze

Cocomero, melone e lime ovvero “Gelato Italia”. E’ la proposta per il Ferragosto 2019 della nazionale italiana della CMG, la Coppa del Mondo di Gelateria in programma al 41° SIGEP di IEG (Fiera di Rimini, 18-22 gennaio 2020, sigep.it). L’Osservatorio Sigep ha seguito il team azzurro in ritiro per gli allenamenti: “Invitiamo tutti - esorta l’allenatore della squadra, il Maestro Beppe Tonon, famoso nel mondo per la sua arte di decorazione e scultura della frutta - ad assaggiare questa proposta. Al cocomero e melone abbiamo aggiunto il lime, perché fa vibrare il gusto complessivo”.
La CMG è organizzata con Gelato&Cultura: presidente e presidente onorario due eminenze, il gelatiere Giancarlo Timballo e la giornalista e scrittrice Luciana Polliotti “la signora del gelato”.  In squadra star del settore: il gelatiere calabrese (romano d’adozione) e pluripremiato Eugenio Morrone, il pasticcere di Valdobbiadene, già campione del mondo, Massimo Carnio, lo chef e docente bresciano Marco Martinelli e Ciro Chiummo, pasticcere e docente napoletano che sfideranno Messico, Singapore, Malesia, Giappone, Germania, Francia, Spagna, Polonia, Argentina, Colombia e Ungheria.

L’Osservatorio Sigep evidenzia i recenti dati di CNA Agroalimentare che stimano un giro d’affari del gelato artigianale di 3 miliardi per l’anno in corso con un trend di crescita, se confermato, del 10% (2,7 i miliardi di euro nel 2018). E se l’Italia conta 39mila gelaterie, è Roma la città “regina del gelato artigianale” con 1.400 gelaterie specializzate e 4.200 addetti. Dalla capitale, il segretario generale dell’Associazione Italiana Gelatieri, Claudio Pica prevede un + 15% dei consumi ferragostani del Belpaese: “Dopo il maltempo e le basse temperature di inizio stagione, il caldo è esploso e - sottolinea Pica - questo + 15 è un dato che ci auguriamo costante per recuperare la percentuale negativa dei mesi scorsi”.
Quanto alle tendenze, la moda del Ferragosto 2019 è quella dei sorbetti alcolici, in vetta ai gusti anguria e rum e lime e vodka: “Sono abbinamenti complessi da realizzare e questo significa - spiega Pica - che le competenze dei gelatieri non cessano mai di crescere e che i gelatieri hanno acquisito una conoscenza globalizzata e straordinaria delle materie prime di tutto il mondo”.

I numeri del gelato artigianale

100.000: gelaterie aperte in tutto il mondo - 60.000: gelaterie aperte in Europa - 15 miliardi di euro: fatturato mondiale - 9 miliardi di euro: fatturato in Europa - 3 miliardi di euro: fatturato in Italia - 300.000: addetti in Europa - 150.000: addetti in Italia - 9.000: gelaterie aperte in Germania - 2.000: gelaterie aperte in Spagna - 1.800: gelaterie aperte in Polonia - 39.000: gelaterie aperte in Italia - 4,48 miliardi di euro: volume d’affari della filiera del gelato artigianale made in Italy - 481 milioni di euro: fatturato dell’industria delle macchine e degli arredi per la gelateria - 90%: quota di mercato mondiale detenuta dai produttori italiani di macchine per il gelato - 24: le aziende specializzate in macchine e arredi per la gelateria - 600 milioni di euro: fatturato dell’industria degli ingredienti per gelato e dei semilavorati - 45: le principali aziende specializzate in ingredienti e semilavorati con un fatturato aggregato da 1,6 miliardi di euro - 125.000 euro: export generato per l’Italia da ogni gelateria avviata all’estero.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Regina dà lo "scatto" alla stagione turistica tra ciclismo e fiori

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento