Appena scarcerato, nuove manette per il figlio violento che picchiò la madre

Nuova ordinanza di custodia cautelare per il 45enne riccionese, già arrestato lo scorso febbraio, autore di una efferata serie di maltrattamenti in famiglia nei confronti degli anziani genitori

Era appena uscito dal carcere, dove stava scontando un arresto in flagranza per maltrattamenti in famiglia, ed è stato nuovamente ammanettato per lo stesso reato. Alla vigilia di Pasqua i carabinieri di Riccione hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un riccionese 45enne ex tossicodipendente. Secondo quanto ricostruito dai militari dell'Arma, erano già 2 anni che la madre 67enne era finita nel mirino delle assurde violenze del figlio che non esitava a picchiarla, ingiuriarla e a compiere una serie di sgarbi. Per questi motivi, lo scorso 27 febbraio, il 45enne era stato arrestato in flagranza dopo che aveva rotto il setto nasale alla madre e, in quella occasione, anche il padre, un 75enne reduce da un delicato intervento subìto la mattina stessa, era stato violentemente strattonato mentre cercava di difendere la moglie dalla furia del figlio.

I successivi accertamenti dei carabinieri avevano permesso di scoprire che il 45enne arrivava addirittura a cancellare la rubrica del cellulare della madre per non permetterle più di contattare nessuno, le nascondeva le chiavi di casa, non permettendole così di chiudere la porta, danneggiava mobili di casa, distruggeva piatti e bicchieri, mentre al padre bucava le ruote della bicicletta e, in un’occasione gli puntava alla nuca un coltello da cucina. Una serie di comportamenti che avevano, di fatto, reso la vita impossibile agli anziani coniugi facendoli vivere in un forte stato di ansia e depressione. La 67enne, avendo visto che il figlio appena ritornato a casa dopo l’arresto del 27 febbraio scorso, non aveva cambiato comunque il suo rapporto morboso con la sua famiglia al punto di spingerlo ad essere violento per qualsiasi banalità, si è nuovamente recata dai carabinieri di Riccione ad inizio marzo denunciando tutti gli episodi che la facevano vivere nella quotidiana paura di essere picchiata e maltrattata. Dopo l'arresto, il 45enne è stato nuovamente portato nel carcere dei "Casetti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ristorante costretto a chiudere, i titolari: "Impossibile pagare spese, non parliamo degli aiuti dello Stato"

  • Muore folgorato mentre scolpisce il legno nella sua abitazione

  • Verso il nuovo Dpcm: l'Emilia-Romagna rischia di diventare zona rossa

  • Risponde a un annuncio di lavoro e finisce nella rete di un maniaco sessuale

  • Il sindaco Parma lancia l'allarme: "Seconda ondata Covid sta colpendo duramente Santarcangelo"

  • Usava il reddito di cittadinanza per giocare nei casinò on-line e vincere 2 milioni di euro

Torna su
RiminiToday è in caricamento