rotate-mobile
Lunedì, 27 Maggio 2024
Cronaca

Il baby amante rifiuta il sesso sadomaso, imprenditrice 60enne si trasforma in stalker

Al rifiuto del giovane di diventare il suo "schiavo" e di troncare la relazione la donna ha iniziato a perseguitarlo

Lei è una 60enne, facoltosa imprenditrice lombarda nel ramo tessile, lui è un commesso riminese 25enne che lavora in una boutique. Galeotto tra i due è stato proprio il luogo di lavoro del ragazzo dove la scintilla dell'amore era scoppiata casualmente. Al ragazzo, in un primo tempo, la differenza d'età non è sembrata un ostacolo e nemmeno la distanza tanto che alla fine, i due, avevano avviato una relazione in piena regola. Secondo quanto emerso, nonostante i 35 anni di differenza, era stato un colpo di fulmine tanto che il ragazzo aveva anche deciso di trasferirsi per stare accanto alla 60enne, separata e già nonna, nonostante lei venisse sempre più spesso in Riviera per trascorrere quello che era un idillo amoroso. A un certo punto, però, per il 25enne è arrivata la doccia fredda quando la signora gli avrebbe proposto di "entrare nel suo mondo".

In un primo tempo il giovane aveva frainteso di quale "mondo" si trattasse ma, in poco tempo, ha capito che si trattava di un ambiente molto particolare. La 60enne, infatti, sarebbe stata un'assidua frequentatrice dei circoli sadomaso dove lei si trasformava in una dominatrice sessuale a caccia di "schiavi". Per invogliare il baby amante, l'imprenditrice gli aveva anche inviato alcune foto fatto di catene, fruste, completi in pelle con tanto di borchie per trascorrere delle notti infuocate con, nel letto, anche un pitone. Un armamentario che ha spaventato il giovane commesso tanto che, alla fine, ha preferito tirarsi indietro e chiudere la relazione con la donna. Una decisione che la "padrona" non ha accolto nel migliore dei modi tanto che ha iniziato a perseguitare il suo ex. Centinaia di telefonate, messaggio, appostamenti davanti al negozio dove il 25enne lavorava hanno inasprito sempre di più il rapporto tra i due tanto che il giovane si è visto costretto a ricorrere alle forze dell'ordine.

Il commesso si è quindi presentato alla polizia di Stato dove, non senza vergogna, ha ricostruito davanti agli agenti l'intera vicenda facendo mettere nero su bianco le persecuzioni della donna. Alla Questura, quindi, non è restato altro da fare che convocare la 60enne dove le è stato notificato un ammonimento del Questore dal proseguire gli atti persecutori nei confronti del suo ex con l'avvertimento che, in caso di reiterazione, rischia una denuncia penale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il baby amante rifiuta il sesso sadomaso, imprenditrice 60enne si trasforma in stalker

RiminiToday è in caricamento