rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Continua a incassare la pensione della suocera morta, scoperta truffa all'Inps

Per 5 anni ha nascosto all'istituto di previdenza il decesso della donna, sequestrati contati e automobili per 72mila euro

Era talmente tanto attaccato alla suocera che un riminese 49enne ha tenuto vivo il ricordo della donna incassandone la pensione anche dopo che questa era passata a miglior vita. Sono stati gli inquirenti della Guardia di Finanza che, al termine dell'operazione "Freezer", hanno smascherato la truffa ai danni dell'Inps che avrebbe permesso all'indagato di percepire indebitamente 72mila euro. Secondo quanto emerso la suocera, di nazionalità argentina, era morta nell'aprile del 2011 ma la sua pensione è stata regolarmente ritirata fino al 2016. Quando le Fiamme Gialle si sono messe sulle tracce del 49enne, l'uomo in un primo momento aveva giustificato l'assenza della donna trovando varie scuse per poi dichiarare che era ritornata nel suo Paese d'origine dove, nel maggio del 2016, si era spenta. Gli accertamenti svolti dagli inquirenti in Sud America, però, avevano rivelato una verità ben diversa riuscendo a recuperare il certificato di morte che risaliva a 5 anni prima di quanto dichiarato dal genero.

Le successive indagini finanziare, relative al conto corrente bancario intestato alla donna deceduta in cui venivano accreditati gli importi dei trattamenti da parte dall’INPS, hanno permesso ai Finanzieri di accertare che il 49enne era delegato ad operare sul conto e, nel periodo dal 2 aprile del 2011 (data del decesso) al 10 giugno 2016 (data ultima pensione accreditata sul conto corrente), avrebbe distratto tutte le somme accreditate dall’istituto previdenziale, girandone gran parte su un altro conto cointestato con la moglie. Dai conteggi fatti dall'Inps, i due si sarebbero intascati 72mila euro. Al termine delle indagini, per marito e moglie è arrivata la denuncia a piede libero per truffa aggravata ed indebita percezione di erogazioni pubbliche in danno dello Stato e sono scattati i sequestri, 2 autovetture e i saldi attivi dei conti correnti loro riconducibili, fino all'ammontare del denaro illecitamente percepito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua a incassare la pensione della suocera morta, scoperta truffa all'Inps

RiminiToday è in caricamento