Cronaca Via Don Natale Villa

Due alluvioni in due mesi, infuriati i residenti di Vergiano invasi dal fango

Gli abitanti del Borgo dei Ciliegi si sentono abbandonati dalle istutuzioni. Andate a vuoto le promesse fatte dall'Amministrazione Comunale dopo lo straripamento del Mavone avvenuto il 3 dicembre

Ancora non era terminata la conta dei danni dell'alluvione del 3 dicembre che i residenti di Vergiano, nel Borgo dei Ciliegi, sono costretti ad armarsi nuovamente di pale per rimuovere il fango dai garage invasi nuovamente dalle acque del Mavone. La nuova alluvione del 6 febbraio ha provocato ancora danni ingenti con acqua e fango che, infilatisi negli scantinati di 3 complessi residenziali, sono arrivati ad un altezza superiore ai 2 metri. All’interno dei garage vi erano numerose auto, moto e attrezzature varie che sono andate irrimediabilmente perdute. Ulteriori danni sono stati provocati agli ascensori, una decina quelli andati in tilt, che garantivano un passaggio a persone disabili ora costrette a rimanere in casa. Già all'indomani dell'alluvione, tutti gli inquilini della zona sono scesi in strada a spalare e ad aiutare i più colpiti dall'inondazione in una vera e propria gara di solidarietà. Nonostante l'impegno, tuttavia, non mancano le forti proteste da parte di chi si è sentito preso in giro dall'Amministrazione Comunale che, già lo scorso 3 dicembre, aveva promesso interventi urgenti per evitare nuovi allagamenti. A tutto questo, come riferito dai residenti, in questo secondo allagamento fino a lunedì sera non si era ancora visto un rappresentante delle autorità compententi nè di Hera per la raccolta dell'enorme quantità di masserizie distrutte dal fango e ammucchiate in strada. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Due alluvioni in due mesi, infuriati i residenti di Vergiano invasi dal fango

RiminiToday è in caricamento