Educazione alla Memoria, apertura del seminario “Da che parte stare? Il tempo di scegliere”

Circa duecentocinquanta ragazzi hanno partecipato all'appuntamento nella Sala del Giudizio del Museo della Città

Circa duecentocinquanta ragazzi hanno partecipato mercoledì pomeriggio alla Sala del Giudizio del Museo della Città alla prima lezione del seminario dal titolo “Da che parte stare? Il tempo di scegliere. La Shoah, lo sterminio degli ebrei d’Europa (1939-1945) Persecutori, vittime, spettatori, resistenti”, una delle attività centrali del progetto di  Attività di Educazione alla Memoria che ogni anno il Comune di Rimini promuove in collaborazione con le scuole per approfondire il tema della deportazione e della Shoah e, più in generale, dell’Europa fascista e nazista. Il seminario di quest’anno, rivolto ai ragazzi di quinta di tutte le scuole secondarie di II grado, si soffermerà in particolare sui dilemmi morali e delle scelte individuali di coloro che vissero un periodo tragico come quello della dittatura nazista.

“E’ sorprendente vedere una sala del Giudizio così gremita – ha detto ai ragazzi il vicesindaco Gloria Lisi – sapere che, nonostante le tante possibilità, abbiate scelto oggi di essere qui ci riempie di orgoglio. Oggi più che mai l’Europa ha bisogno di giovani che studino e approfondiscano la nostra storia. In un’epoca in cui riemergono con forza populismi, sentimenti di xenofobia e razzismo, in cui si alzano muri e si posano fili spinati, è incoraggiante sapere che ci siano tanti ragazzi che vogliamo impegnarsi in un percorso di approfondimento e conoscenza, per confrontarsi, sviluppare un’opinione”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Così come è un orgoglio – prosegue il vicesindaco - poter contare anche quest’anno su Laura Fontana, responsabile del progetto di Attività di Educazione alla Memoria e riconosciuta a livello internazionale come una delle massime esperte su questi temi. Anche grazie a lei il Comune continua a mantenere altissimo il livello di un progetto che Rimini porta avanti dal 1964, prima città in Italia ad attivare un progetto per la difesa e la trasmissione della memoria storica alle giovani generazioni”. La prima lezione del seminario è stata tenuta dallo storico Francesco Maria Feltri, docente di lettere e storia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, a breve un nuovo decreto: nuove regole più ristrettive

  • La fortuna bacia la Romagna con un "gratta e vinci" da due milioni di euro

  • Continua la galoppata dei nuovi contagiati, alunni della materna in quarantena

  • Nuovo decreto: ingressi scaglionati a scuola, palestre e piscine a rischio chiusura

  • Il romagnolo ex fidanzato di Belen torna in tv tra i corteggiatori di "Uomini e Donne"

  • Nuovi casi di Covid pericolosamente vicini a quota 100, Rimini tra i peggiori in regione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento