rotate-mobile
Giovedì, 18 Agosto 2022
Cronaca

L'appello del Comune: "Usiamo la doccia e non la vasca. Lavatrici e lavastoviglie a pieno carico"

Occorre risparmiare acqua: "La Romagna e la Riviera non vivono situazioni urgenti grazie alla lungimiranza di chi ha avuto la capacità di metterla in atto nella diga di Ridracoli e in Romagna Acque"

La situazione acqua resta sul territorio riminese sotto controllo. Grazie agli investimenti effettuati negli anni. Tuttavia l'amministrazione del Comune di Rimini indica alcuni consigli ai propri cittadini per evitare lo spreco d'acqua. "Invitiamo a prediligere la doccia al bagno per la propria igiene personale - scrive l'amministrazione -, controllare il corretto funzionamento dei propri impianti idrici ed irrigui al fine di individuare eventuali perdite occulte; usare in casa dispositivi per il risparmio idrico quali i frangigetto per i rubinetti; attrezzare i sistemi irrigui del verde con irrigazione a goccia e con sistemi temporizzati e sensori di umidità che evitano l'avvio dell'irrigazione quando non necessario; usare lavatrici e lavastoviglie sempre a pieno carico; non fare scorrere in modo continuo l'acqua durante il lavaggio dei denti o la rasatura della barba; non utilizzare acqua corrente per il lavaggio delle stoviglie e verdure, ma solo per il risciacquo; utilizzare l'acqua di lavaggio della frutta e della verdura per innaffiare le piante".

Se la siccità sta mettendo in ginocchio molti territori, anche Rimini focalizza la sua attenzione, soprattutto d’estate, su questo problema. Ma va fatta una importante sottolineatura che può, anzi deve essere, spunto di lavoro per quello che ci sarà obbligatoriamente da decidere e mettere in atto a partire da subito. "La Romagna e la Riviera romagnola, in queste giornate bollenti, non vivono situazioni straordinarie o urgenti grazie alla lungimiranza e all’intelligenza di chi, decenni fa, ha avuto l’intuizione e la capacità di metterla in atto nella diga di Ridracoli e di Romagna Acque - scrive l'amministrazione -. Questa gestione intelligente e pubblica della risorsa idrica ha consentito e consente quegli investimenti strategici la cui importanza la registriamo proprio ora, in cui territori a noi vicini sono chiamati purtroppo a misure emergenziali sul consumo di acqua. Investimenti che adesso diventano per l’agenda di governo locale ancora più prioritari e importanti, al fine di evitare future sofferenze causate dall’assenza di pioggia che possano compromettere l’approvvigionamento di acqua potabile".    

"Questo per dire come, al di là delle contingenze - conclude la nota -, servono investimenti strutturali su un argomento che sempre più riguarderà la nostra vita. E servono quelle scelte infrastrutturali che possano consentire un’organizzazione e una distribuzione diffusa della risorsa idrica, capace di far superare senza troppi danni le situazioni straordinarie come quella odierna. Su questo Rimini ha già dato il proprio assenso circa i progetti di sviluppo e di nuova captazione idrica da parte di Romagna Acque e, con la stessa determinazione, si impegna a realizzarli per propria competenza. Detto questo, e nonostante la situazione tutto sommato nella media in Romagna, si sta monitorando quotidianamente l’evolversi della situazione e cogliamo in pieno il messaggio ambientale che ci proviene anche dalla Regione di utilizzare in maniera parsimoniosa l’acqua, evitando il più possibile sprechi o usi superflui".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'appello del Comune: "Usiamo la doccia e non la vasca. Lavatrici e lavastoviglie a pieno carico"

RiminiToday è in caricamento