rotate-mobile
Lunedì, 3 Ottobre 2022
Cronaca Bellaria-Igea Marina

Femminicidio a Bologna, ex calciatore del Bellaria uccide a martellate la ex

Lo scorso 29 luglio la vittima aveva denunciato il femminicida per atti persecutori-stalking, l'atleta è stato trovato sul posto in stato confusionale dagli agenti accorsi dopo essere stati chiamati dai vicini

Aveva vestito la maglia del Bellaria calcio, nella stagione 2015-16, Giovanni Padovani il calciatore 26enne che la sera del 23 agosto a Bologna ha ucciso a martellate l'ex Alessandra Matteuzzi di 56 anni. Come riporta BolognaToday, l'atleta ha aspettato la vittima sotto casa e quando lei gli ha detto di andarsene l'ha colpita ripetutamente al capo. Un delitto efferato per il quale Padovani, calciatore che milita in serie D e recentemente acquistato dalla squadra siciliana della Sancataldese ma che in passato aveva vestito le maglie del Bellaria calcio e del Cailungo a San Marino, è in stato di arresto con le indagini seguite dalla Squadra mobile di Bologna. L'uomo è stato trovato sul posto, in stato confusionale, dagli agenti accorsi sul posto chiamati dai vicini che hanno sentito le urla di strazio provenire dal portico avanti l'androne di ingresso della palazzina, al 42 di via dell'Arcoveggio. Nulla da fare per la donna invece, incosciente al momento dell'intervento del 118 e morta durante il trasporto in ospedale.

Secondo quanto riferito da alcuni testimoni sembra che Padovani stesse aspettando la 56enne sotto casa, da almeno un paio di ore. Alcuni vicini di casa poi hanno raccontato come nell'ultimo mese i contatti tra i due si fossero fatti molto tesi, con frequenti appostamenti e discussioni sotto casa di lei. La stessa 56enne, stando a quanto si apprende, aveva fatto già denuncia per i comportamenti di lui, e nei confronti del 26enne era già stato disposto un divieto di avvicinamento.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Femminicidio a Bologna, ex calciatore del Bellaria uccide a martellate la ex

RiminiToday è in caricamento