Identificati i poveri resti del turista ritrovato cadavere nelle acque riminesi

Nella prima mattinata di mercoledì arrivati in Riviera i parenti dell'uomo per le formalità di rito

E' stato identificato per un torinese 87enne il cadavere affiorato, nel pomeriggio di martedì, nel tratto di mare davanti al Bagno 52 di Rimini. L'anziano turista, del quale si erano perse le tracce, era deceduto durante una nuotata e, la corrente, lo aveva poi portato al largo dove, verso le 16.30 di ieri, era stato notato dal bagnino di salvataggio che aveva fatto scattare l'allarme per poi riportarlo a riva e iniziare le manovre di primo soccorso. Raggiunto dai sanitari del 118, arrivati sulla battigia con ambulanza e auto medicalizzata, il personale di Romagna Soccorso aveva cercato disperatamente di far ripartire il cuore dell'87enne ma, dopo oltre mezz'ora di inutili tentativi, si erano dovuti arrendere e il medico non aveva potuto fare altro che constatarne il decesso. Sul posto era intervenuto il personale della Capitaneria di Porto che, non trovando documenti sul cadavere, ha dovuto setacciare le strutture ricettive di Marina Centro per riuscire ad identificare i poveri resti. Nella mattinata di oggi, presso l'obitorio di Rimini, i parenti del torinese hanno effettuato il riconoscimento ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terremoto in mare, epicentro individuato davanti alla costa riminese

  • Ristorante accusato di razzismo, non ci furono saluti fascisti

  • Il mondo della notte piange la scomparsa di Giancarlo Montebelli

  • Scacco allo spaccio, sequestrati oltre 21 chili di stupefacente

  • Nuova ordinanza regionale, si allarga la rete dei negozi aperti nei festivi. Restrizioni fino al 27 novembre

  • Disse "mare di merda" sui social, arriva il decreto di condanna per diffamazione nei confronti di Rimini

Torna su
RiminiToday è in caricamento