Cronaca

Il "mago Candido" accusato di aver spillato 350mila euro a una vedova riminese

Sfruttando la fragilità di persone anziane, prometteva, in cambio di soldi, di togliere il malocchio, comunicare con i defunti ed effettuare esorcismi

Il mago Candido, alias Renzo Martini, è stato arrestato dalla guardia di Finanza di Lodi nella giornata di venerdì con l’accusa di aver truffato anziani. All’uomo sono stati sequestrati 3,6 milioni di euro, sottratti a circa 450 persone in tutta Italia.  Il caso più eclatante è quello di una donna della provincia di Rimini, rimasta vedova, che è arrivata a pagare complessivamente 350.000 euro.

Martini lavorava molto in tv e tramite social media e via via, nel tempo, era diventato, a Castelgerundo (Lodi), anche un personaggio pubblico donando al Comune ciò che veniva indicato come più utile per la comunità locale: appena pochi mesi fa, anche una monovolume Dacia Lodgy. Martini è stato messo ai domiciliari assieme a due componenti della sua famiglia.  Indagati un commercialista e un politico locale, che sono risultati aver impiegato il denaro proveniente dalle truffe per acquistare appartamenti, auto di lusso e patrimonializzare una società immobiliare. Il “mago”, sfruttando la fragilità di persone anziane, prometteva, in cambio di soldi, di togliere il malocchio, comunicare con i defunti ed effettuare esorcismi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il "mago Candido" accusato di aver spillato 350mila euro a una vedova riminese

RiminiToday è in caricamento