menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Rimini Rugby offre il caffè agli infermieri: donata una fornitura all'Infermi

Macchinette del caffè rifornite e volontari che portano la spesa a casa: due iniziative della società sportiva per portare sollievo sia a chi combatte il CoVid-19, sia a chi è in isolamento

Fornitura assicurata di caffè per gli infermieri del reparto di Terapia intensiva dell’Ospedale Infermi di Rimini. A provvedere ci ha pensato Rimini Rugby, che, su segnalazione della Associazione Andrea Lupo Onlus, giovedì 26 novembre ha organizzato una passeggiata/allenamento e una raccolta fondi, per mostrare vicinanza e solidarietà al personale medico e infermieristico da mesi impegnato senza sosta per combattere il CoVid-19. Dopo l’increscioso caso del bar che ha rifiutato di servire il caffè a due infermieri riminesi esausti, a Rimini Rugby arriva la telefonata del Dott. Vittorio Corso, presidente dell’Associazione  Andrea Lupo Onlus, che forma lo staff medico nel rapporto con il paziente. Segnalano che le cialde del caffè sono terminate: conseguenza logica dopo mesi di lavoro e di turni oltre l’immaginabile, nella lotta alla pandemia. Il cuore ovale di Rimini Rugby raccoglie l’appello, organizzando una raccolta fondi a tempo di record e una raccolta fondi, che avrà successo.

Dal campo di Rivabella al Ponte di Tiberio e ritorno, la marcia bianco-rossa ha infatti raccolto circa cento persone, distanziate e con mascherina, che con la loro presenza e 1 Euro di partecipazione hanno raccolto i 300 Euro necessari per acquistare le cialde del tipo specifico compatibile con le macchinette distributrici dell’Ospedale. 

All’iniziativa ha contribuito anche la Gabellini Group, integrando la fornitura. Così, venerdì mattina la piccola delegazione di Rimini Rugby formata dall'avvocato Claudia Puzone e dal vicepresdente Rocco Benedetto, in rappresentanza del Presidente Paolo Rambaldi,  ha consegnato in ospedale una bella fornitura di caffè, in modo che a nessun operatore possa più mancare quella minuscola tazzina di “carica” e di sollievo. A ricevere l'omaggio, la responsabile del reparto, la dottoressa Antonella Potalivo, e il direttore dottor Giuseppe Nardi, Primario di Rianimazione dell’Ospedale di Rimini, che ha voluto omaggiare Rimini Rugby del suo libro “Tu porterai il tuo cuore. Lettere dal Fronte del Covid-19”. 

E a proposito di cuore, ha grande riscontro anche l’iniziativa di Rimini Rugby “La spesa dal Cuore Ovale”, che consiste nella disponibilità dei volontari delle società nell’effettuare quelle commissioni e consegne - che sia ritiro farmaci o consegna spesa - che gli ammalati in  quarantena non possono svolgere. Le persone in isolamento possono chiedere a Rimini Rugby, di fare da “fattorini” affidando loro la lista della spesa e il denaro. I rugbysti torneranno con le vettovaglie o i farmaci, consegnati direttamente alla porta di casa, naturalmente in sicurezza e osservando tutte le norme di igienizzazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento