Inchiodato dalle telecamere, per il "ladro del tombino" si aprono le porte del carcere

La giustizia ha presentato il conto al ragazzino accusato di altri due colpi ad altrettante farmacie

Si aggrava la posizione del riminese 18enne, già arrestato dalla polizia lo scorso 21 gennaio in seguito a una spaccata ai danni della ferramenta di via della Fiera, che dai domiciliari è passato direttamente a una cella dei "Casetti". Nei confronti del ragazzino, che anche davanti al giudice durante la convalida aveva confessato oltre una ventina di spaccate in giro per la città, è arrivata la misura cautelare della custodia in carcere dopo che gli inquirenti della polizia di Stato hanno visionato le immagini delle telecamere a circuito chiuso riconoscendolo nei colpi messi a segno ai danni delle farmacie Merlini e Venturini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Litigano per una donna davanti all'Arco d'Augusto: spuntano bastoni e cocci di bottiglia, due feriti

  • Bonus bici: è boom di vendite di biciclette, ma non per tutti

  • Lavoro stagionale, le figure più ricercate e i consigli dei Centri per l'impiego

  • Il coronavirus uccide altre due anziane. Due nuove positive al covid: erano asintomatiche

  • Contributi a fondo perduto per migliorare e modernizzare negozi, bar e ristoranti

  • Covid-19, altri 19 guariti. Cinque nuovi contagiati: i positivi totali sono 163

Torna su
RiminiToday è in caricamento