Inchiodato dalle telecamere, per il "ladro del tombino" si aprono le porte del carcere

La giustizia ha presentato il conto al ragazzino accusato di altri due colpi ad altrettante farmacie

Si aggrava la posizione del riminese 18enne, già arrestato dalla polizia lo scorso 21 gennaio in seguito a una spaccata ai danni della ferramenta di via della Fiera, che dai domiciliari è passato direttamente a una cella dei "Casetti". Nei confronti del ragazzino, che anche davanti al giudice durante la convalida aveva confessato oltre una ventina di spaccate in giro per la città, è arrivata la misura cautelare della custodia in carcere dopo che gli inquirenti della polizia di Stato hanno visionato le immagini delle telecamere a circuito chiuso riconoscendolo nei colpi messi a segno ai danni delle farmacie Merlini e Venturini.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cimici: 4 rimedi naturali per allontanarle da casa

  • Lo storico negozio annuncia la sua chiusura sui social dopo 54 anni di attività

  • Regolamento di conti per droga sfocia in tentato omicidio: giovane lotta per la vita, due arresti

  • Fare la spesa, dove si risparmia a Rimini

  • Assalto esplosivo al bancomat, danni al Comune: "Uno scenario da guerra"

  • L'hotel non rispetta le norme anticontagio: scatta la chiusura e una maxi multa

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RiminiToday è in caricamento