menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Al volante con l'assicurazione falsa, extracomunitario provoca incidente

L'uomo, da anni residente a Riccione, ha fornito agli agenti della Municipale un contrassegno assicurativo risultato rubato

Oltre che di guida senza copertura assicurativa, un senegalese residente da anni a Riccione dovrà rispondere anche di ricettazione. L'uomo, infatti, qualche giorno fa ha provocato un incidente stradale mentre si trovava al volante della propria Fiat Uno e nel quale è rimasto coinvolto un centauro. Fortunatamente, nonostante i mezzi siano andati praticamente distrutti, l'uomo che si trovava in sella alla moto di grossa cilindrata, a parte lo spavento, non ha riportato lesioni gravi. Durante gli accertamenti di rito, però, quando il senegalese ha esibito agli agenti il tagliando dell'assicurazione sono apparse alcune incongruenze che hanno spinto il personale della Municipale ad eseguire ulteriori approfondimenti. Al termine delle verifiche, infatti, è emerso che il bollo non era un falso come si sospettava ma, bensì, era il frutto di un furto avvenuto nel 2013 ai danni di un'agenzia assicurativa che si era vista rubare numerose matrici utilizzate, poi, per realizzare dei contratti falsi. Oltre alle denunce, il senegalese si è anche visto sequestrare la vettura. Il comandante della polizia Municipale di Riccione, Grazziella Cianini, sottolinea l’importanza di una scrupolosa verifica da parte degli agenti accertatori della documentazione inerente alla circolazione dei mezzi su strada, soprattutto dei contratti assicurativi in quanto, continua il comandante “purtroppo sempre più frequentemente, anche a causa della crisi economica nella quale stiamo vivendo, emergono numerosi casi di persone che hanno difficoltà a far fronte al costo della polizza assicurativa della propria autovettura con conseguenti pesanti ripercussioni” .

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RiminiToday è in caricamento